Anthony e Joe Russo raccontano il motivo per cui hanno deciso di cancellare due scene di Avengers: Endgame: gli eroi in trincea durante la battaglia finale e l’incontro tra Tony Stark e sua figlia Morgan, interpretata da Katherine Langford.

ieri ha debuttato in America (per l’uscita italiana bisognerà attendere fino al 31 marzo 2020)  la piattaforma streaming Disney+ che include produzioni Marvel e Star Wars oltre a tanti classici della Casa di Topolino e molto altro. Nei mesi successivi al lancio saranno disponibili tutti i film dell’Universo Cinematografico Marvel, ma anche diverse serie TV inedite ad alto budget prodotte dai Marvel Studios e tante altre produzioni animate.

Come già annunciato, ogni film presente sulla piattaforma includerà anche dei contenuti extra…e nel caso di Avengers: Endgame, i Marvel Studios hanno deciso di mostrare anche alcune scene inedite non presenti neanche nell’edizione home video, tra cui la scena tagliata di Katherine Langford: inizialmente l’attrice era stata scelta per interpretare una versione adulta di Morgan Stark in una sequenza onirica, che è stata scartata dopo i test screening e nel pieno del montaggio.

Nel corso del commento audio presente tra i contenuti extra del film, i due registi Anthony e Joe Russo hanno spiegato il motivo per cui hanno deciso di scartare questa sequenza:

Era pianificata subito dopo lo schiocco di dita di Tony. Lo abbiamo mandato in quella che chiamiamo la Way Station per realizzare qualcosa di simile all’incontro tra Thanos e sua figlia in Infinity War, ma con Tony e sua figlia. L’idea è che questa zona ti obbliga a confrontarti o a riconciliarci con qualcosa che non hai mai risolto nel profondo della tua anima.

La nostra idea era quella di ingaggiare sua figlia da adulta in modo che lui avrebbe trovato la pace dopo aver parlato con lei. Ovviamente queste Gemme hanno il potere di creare uno scenario nel quale può parlare con sua figlia del futuro, che le dice che andrà tutto bene, permettendogli di morire. 

Ma quando l’abbiamo inserita nel film, era troppo simile alla sequenza successiva. Quello che può accadere in un film così grande è di trovarsi un finale dopo un altro finale dopo un altro finale ancora, sembra che non finisca più. Questo capita quando hai troppe sequenze del genere di fila.

La scena stessa, pur non essendo mai arrivata ad una versione finalizzata, non era in linea con il ritmo del resto del film. […] Questa versione adulta di Morgan, sua figlia, non è mai stata nel film e quando l’abbiamo rivisto in post-produzione, abbiamo iniziato ad avvertire la mancanza di un legame emotivo con lei, anche se è interpretata da un’attrice meravigliosa. Non avevamo una connessione emotiva con il personaggio perché non l’avevamo mai vista prima.

Ci sembrava meglio senza.

Successivamente i due registi hanno anche spiegato perché è stata tagliata la scena con tutti gli eroi in trincea, aggiungendo di aver ripreso alcune scene spargendole all’interno dell’intero combattimento:

Avevamo questa idea di realizzare una pausa nella battaglia per tutti questi personaggi in modo da farli parlare l’uno con l’altro, ma quando abbiamo iniziato a montarla, non ci sembrava un modo intelligente per procedere. Sembrava fin troppo forzata.

Fonte