Nuovi dettagli su Avengers: Endgame da parte dei due sceneggiatori del film, Christopher Markus e Stephen McFeely.

Nel corso di una recente intervista, sceneggiatori di Avengers: Infinity War e di Avengers: Endgame, Christopher Markus e Stephen McFeely, hanno spiegato di aver considerato l’introduzione di Hulk Rosso nell’Universo Cinematografico Marvel.

Parlando dello schiocco di dita di Bruce Banner e dell’enorme quantità di energia cosmica a cui si è esposto utilizzando tutte le Gemme dell’Infinito, il co-sceneggiatore del film Christopher Markus ha parlato delle possibilità di una trasformazione in Red Hulk:

Ho pensato all’idea per un giorno intero. Ma Red Hulk è un personaggio completamente diverso nei fumetti, noi avremmo semplicemente cambiato il colore, ma non il personaggio. Se ci sarà un futuro da supereroe per William Hurt, potrà anche diventare Red Hulk.

Nei fumetti Marvel, la nemesi di Bruce Banner, il generale Thaddeus “Thunderbolt” Ross – interpretato da William Hurt nel MCU – si trasforma proprio in Red Hulk, creato dall’A.I.M. con lo scopo di affrontare il Gigante di Giada.

Rimanendo in tema Hulk, i due sceneggiatori hanno spiegato perché non c’è stata la tanto attesa rivincita con Thanos dopo lo scontro iniziale di Avengers: Infinity War.

So che molte persone hanno detto “non vediamo l’ora della rivincita tra Hulk e Thanos”. Questo avrebbe avuto senso se Banner non fosse diventato Smart Hulk. E’ una cosa del tutto differente, la rivincita non è ciò che lo motiva. Non abbiamo mai pensato “oh, adesso andrà contro Thanos”.