Il co-creatore del Soldato d’Inverno è tornato a parlare dei suoi sentimenti contrastanti per The Falcon and The Winter Soldier.

Lo scorso 19 marzo è stato rilasciato sulla piattaforma di streaming Disney+ il primo episodio di The Falcon and The Winter Soldier, il nuovo show prodotto dai Marvel Studios e incentrato su Sam Wilson/Falcon (Anthony Mackie) e Bucky Barnes/Soldato d’Inverno (Sebastian Stan) che porterà avanti l’eredità di Captain America nell’Universo Cinematografico Marvel dopo gli eventi di Avengers: Endgame (2019).

Nel corso di una recente intervista con Fatman Beyond, Ed Brubaker, co-creatore del Soldato d’Inverno, è tornato a parlare dei suoi “sentimenti contrastanti” per The Falcon and The Winter Soldier. Dopo aver spiegato di essersi sentito insultato dall’assegno offertogli in passato dai Marvel Studios, Brubaker ha aspramente criticato il mancato riconoscimento da parte delle compagnie per il lavoro svolto dai fumettisti:

“Con il passare degli anni, ho cominciato a pensare ‘Beh, perché non sto ricevendo nulla per tutto ciò?‘. Come possiamo ottenere un ringraziamento o dei crediti? Questi film stanno incassando miliardi e miliardi di dollari.”

“Ricordo di essermi seduto durante la visione del terzo film [Captain America: Civil War] sapendo quanto mi avevano offerto… In realtà rifiutai il loro piccolo assegno perché pensai ‘È un insulto’. Stavo guardando il film e una trama su cui lavorai per un anno nei fumetti, quella di Bucky che addestra gli altri Soldati d’Inverno, era secondaria nel film. Una grossa parte dell’architettura emotiva del film era roba che non sarebbe esistita se non avessi scritto questi fumetti.”

“È ridicolo, essendo il co-creatore del Soldato d’Inverno… non dovrei preoccuparmi di provvedere a mia moglie se dovessi morire. In questo momento non vivo una vita agiata, me la cavo… ma essere ignorato in questo modo ha iniziato a farmi un po’ male. So che hanno stretto degli accordi con altre persone che hanno avuto meno input su ciò che hanno fatto. È uno schifo.”

“Ricordo di essere andato a vedere quel film e di essermi sentito come se un’ulcera stesse crescendo nel mio stomaco. È così che ci si sente, ma cento volte peggio per me… È difficile per me a livello personale, mi ha un po’ ferito.”

“La stampa… i fan… Tutti volevano che parlassi della serie [The Falcon and The Winter Soldier]. Mi chiedono spesso ‘Non sei entusiasta per lo show?‘ ed io rispondo ‘Potrei essere l’unica persona in America a non essere entusiasta per questo show‘. In realtà quando vedo le pubblicità per la serie, mi viene il mal di stomaco.”

Perché le compagnie vogliono che i creatori si sentano così? Perché non vogliono che siano felici? Quando lavoro con le persone, provo a stringere con loro il miglior accordo possibile e, se diventa una cosa importante, cerco di aggiustare l’accordo in modo tale che anche loro ne facciano parte. Perché voglio che le persone che lavorano con me sentano di essere state trattate bene e di aver stretto un buon accordo.”

“Non c’è nulla che impedisce alla Marvel di vedere quanto sia stato usato il Soldato d’Inverno nei fumetti e di chiamare me e Steve Epting per dirci ‘Sapete, cercheremo di aggiustare alcune cose standard affinché siate felici al riguardo.”

Nonostante i suoi risentimenti, Brubaker ha espresso la propria stima nei confronti del presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, dei fratelli Russo e di James Gunn:

Apprezzo Kevin [Feige], apprezzo le persone che hanno scritto i film di Captain America. Amo i fratelli Russo. Tutte le persone che lavoravano ai Marvel Studios sono state grandiose… James Gunn mi ha fatto vedere i primi montaggi dei suoi film. Amo James. Tutte queste persone mi hanno trattato molto bene… Ma, in fin dei conti, non voglio che mi facciano dei favori. Sono uno scrittore professionista, scrivo questa roba da anni, lavoro ad Hollywood… ho lavorato in televisione, ho lavorato alla realizzazione di film.”

“Un mio amico sta lavorando ora a Black Panther 2 con [Ryan] Coogler, che penso abbia iniziato la pre-produzione proprio oggi. E non vedo l’ora di vederlo perché penso che Coogler sia un vero talento in una generazione di registi. L’ho incontrato anni fa, prima che uscisse Fruitvale [Station], perché è davvero un nerd dei fumetti. È stata una delle persone più gentili che abbia mai conosciuto in vita mia. Ed è stato fantastico per me vederlo ottenere questo enorme successo.”

Nel momento in cui gli è stato chiesto se darà una possibilità a The Falcon and The Winter Soldier in futuro, il fumettista ha dichiarato:

Probabilmente vedrò The Falcon and The Winter Soldier il prossimo anno. Amo quei ragazzi, Anthony Mackie è perfetto come Falcon.”

Ricordiamo che The Falcon and The Winter Soldier, scritta da Derek Kolstad (John Wick) e Malcolm Spellman (Empire) e diretta da Kari Skogland (The Handmaid’s Tale), vedrà nel cast Anthony Mackie (Sam Wilson/Falcon), Sebastian Stan (Bucky Barnes/Soldato d’Inverno), Emily VanCamp (Sharon Carter/Agente 13), Daniel Brühl (Helmut Zemo), Wyatt Russell (John Walker/U.S. Agent), Georges St-Pierre (Batroc il Saltatore), Erin Kellyman (Karli Morgenthau/Flag Smasher), Don Cheadle (James “Rhodey” Rhodes/War Machine), Adepero Oduye (Sarah Wilson), Danny Ramirez (Joaquin Torres), Desmond Chiam (Dovich), Carl Lumbly (Isaiah Bradley) e Elijah Richardson (Elijah “Eli” Bradley).

Ed Brubaker The Falcon and The Winter Soldier Marvel

SINOSSI
Dopo gli eventi di Avengers: Endgame, Sam Wilson/Falcon (Anthony Mackie) e Bucky Barnes/Winter Soldier (Sebastian Stan) si uniscono per un’avventura globale che metterà alla prova le loro abilità e la loro pazienza.

Fonte