Nel corso della conferenza svoltasi all’Emerald City Comic Con, la DC Comics ha annunciato alcune novità riguardo le pubblicazioni attuali e future. Sul palco erano presenti Dan Jurgens, James Tynion IV, Marguerite Bennett, Jeff King, Stuart Moore e Gail Simone.

Dan Jurgens ha  parlato del prossimo arrivo di Convergence, confermando che gli eventi narrati sul numero #0 della miniserie prenderanno il via proprio dal finale di The New 52: Futures End. King ha poi aggiunto che, anche non leggendo la saga principale, le miniserie in due parti a essa collegata sono comunque apprezzabili da sole e forniscono storie complete ed esaustive. La sfida più grande è stata quella di trovare un equilibrio tra epicità e intimismo, ma alla fine ci sono riusciti.

Stuart Moore ha poi parlato di Convergence: Superboy and the Legion of Super-Heroes, una nuova miniserie da lui realizzata: una storia che metterà di fronte la Legione del XXX secolo agli Atomic Knights i quali vivono su una Terra alternativa, devastata da un terribile inverno nucleare.
Tynion IV ha poi discusso di Batman Eternal, serie settimanale che negli USA è prossima alla conclusione:

Scrivere un fumetto a cadenza settimanale penso sia stata una delle cose più difficili che abbia mai fatto in vita mia. Lavorare con così tanti incredibili scrittori e artisti sin dal principio è stata un’esperienza gratificante, nella quale ci siamo tutti coordinati per realizzare la storia migliore possibile. Penso che abbiamo fatto un gran bel lavoro.

Gotham sta bruciando, Batman è esausto e ogni cosa sta crollando. Questa storia non parla semplicemente di Batman e del rapporto con la sua città, ma delle tante persone che ci vivono. Scott Snyder è stato una sorta di padrino di questa serie. Io ho sviluppato il concept principale assieme a lui, che è sempre stato presente per aiutarci a dare una forma al tutto.

Jurgens ha poi parlato di Futures End:

La serie è iniziata mostrandoci Batman Beyond nel futuro, il quale poi è tornato indietro nel tempo per debellare la minaccia rappresentata da Brother Eye. Questo è stato il nucleo principale della storia, che si dipanerà fino al conclusivo numero #48.

Inoltre, anche Brainiac, radicalmente revisionato, è stato un aspetto importante di Futures End, e grazie a lui abbiamo posto le fondamenta per il mondo narrativo di Convergence.

Marguerite Bennett ha poi raccontato della sua esperienza su Earth 2: World’s End, altra weekly DC Comics prossima alla conclusione:

Questa avventura è stata molto divertente e anche abbastanza surreale: ho dovuto uccidere Superman! È stata un’esperienza pazzesca lavorare assieme a tanti bravi scrittori e artisti.

Infine, Gail Simone ha parlato di una nuova miniserie da lei scritta, dal titolo Convergence: Nightwing/Oracle

Pensavo di aver finito per sempre il mio lavoro su Oracolo. Poi ho ricevuto una mail da Dan DiDio che recitava: “Ehi, Gail. Che ne dici di Oracolo?” La storia parla di Nightwing, un personaggio che rappresenta la libertà, e Oracolo, che impersona il controllo. Tenete bene a mente che questa è la storia su questi personaggi che ho sempre voluto raccontare.