Don’t Say Gay: Kevin Feige e gli altri dirigenti dei Marvel Studios “lottano” a favore della comunità LGBTQ+ nonostante la posizione della Disney.

Lo scorso mese la legislatura della Florida, a maggioranza repubblicana, ha approvato un disegno di legge finalizzato a regolare l’istruzione sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere dalla scuola materna fino alla terza elementare, innescando inevitabilmente le polemiche dei democratici secondo i quali la legge – definita “Don’t Say Gay” dai critici – emarginerebbe le persone appartenenti alla comunità LGBTQ+ e limiterebbe gli obiettivi pedagogici degli insegnanti.

A gettare benzina sul fuoco ci ha pensato un report della newsletter americana Popular Information secondo cui la Walt Disney Company avrebbe donato ben 200mila dollari ai membri della legislatura che hanno votato a favore della legge e agli sponsor e ai co-sponsor della proposta. Ciò ha provocato numerose lamentele da parte dei dipendenti della Casa di Topolino e, soprattutto, dagli addetti ai lavori nel settore dell’animazione come Dana Terrace (creatrice della serie animata The Owl House) e gli impiegati Pixar appartenenti alla comunità LGBTQ+.

In un tweet (ormai rimosso) riguardante la controversia sul Don’t Say Gay, Sofia Alexander, creatrice dell’acclamata serie animata Onyx Equinox che sta lavorando al revival X-Men ’97 per la piattaforma di streaming Disney+, ha spiegato che l’inclusione, la diversità e la tutela della comunità LGBTQ+ sono delle priorità per il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige e il co-presidente Louis D’Esposito, in particolare alla luce della posizione della Disney sul Don’t Say Gay:

Posso dire con certezza di essere orgogliosa di lavorare alla Marvel. Victoria Alonso, Kevin Feige e Lou D’espisito sono delle potenze incredibili che si battono per la comunità LGBTQ+, soprattutto dopo le decisioni e le prese di posizione prese dalla Disney la settimana scorsa con il disegno di legge Don’t Say Gay.”

Nel tweet, inoltre, la sceneggiatrice ha menzionato espressamente Victoria Alonso, Presidente della produzione fisica e della post-produzione, degli effetti visivi e produzione di progetti animati dei Marvel Studios e membro della comunità LGBTQ+ essendo sposata con una donna con la quale ha una figlia.

Marvel Studios Kevin Feige Don't Say Gay

Il revival di X-Men: The Animated Series, intitolato X-Men ’97, si trova già in produzione e uscirà nel 2023 su Disney+. Tra i doppiatori torneranno Cal Dodd, Lenore Zann, George Buza, Adrian Hough, Christopher Britton, Catherine Disher, Chris Potter, Alison Sealy-Smith e Alyson Court.

Inoltre, sono stati già ingaggiati nuovi doppiatori e doppiatrici tra cui Jennifer Hale, Anniwaa Buachie, Ray Chase, Matthew Waterson, JP Karliak, Holly Chou, Jeff Bennett, AJ LoCascio. Il produttore e capo del team di sceneggiatori sarà Beau DeMayo (The Witcher), supervisionato da Jake Castorena e Charley Feldman. Gli storici sceneggiatori Eric e Julia Lewald, insieme al regista Larry Houston, che hanno contribuito al successo della serie originale, supervisioneranno lo sviluppo di questo nuovo progetto.

Fonte