Xochitl Gomez e Kevin Feige parlano dell’omosessualità di America Chavez.

È disponibile su Disney+ e per l’acquisto sulle piattaforme digitali Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il sequel dedicato alle avventure del Maestro delle Arti Mistiche interpretato da Benedict Cumberbatch, prodotto dai Marvel Studios e diretto dal leggendario Sam Raimi, che vede il ritorno di Elizabeth Olsen nel ruolo di Wanda Maximoff in una storia strettamente collegata agli eventi narrati nella serie WandaVision.

LEGGI ANCHE: 

Xochitl Gomez, che interpreta America Chavez, in un’intervista con USA Today (via Epicstream) ha parlato delle caratteristiche che apprezza del suo personaggio, e in particolare della sua omosessualità:

Sono per la positività e la creatività, ma a volte non la posso ignorare completamente. Sono grata di avere dei fan molto solidato che sono più rumorosi e entusiasti degli hater. Ed è davvero importante, poiché ho un gran seguito di giovani per mostrargli che le cose accadono ed è meglio rimanere forti e continuare ad andare avanti. Adoro il fatto che lei sia una leader e che risolva i problemi, e il fatto che è lesbica.

In un’altra intervista con ComicBook, Kevin Feige ha spiegato che la storia del film ha la precedenza, e che hanno preferito semplicemente suggerire la sua sessualità:

È importante, come diciamo sempre, che questi film presentino il mondo così com’è, e il mondo al di fuori della finestra, come si diceva nell’editoria. Quell’aspetto del personaggio di America viene dai fumetti. Cerchiamo sempre di adattarli nel modo migliore possibile e cercando di essere il più veritieri possibile. Credo che quando le persone vedono il film, così com’è nella vita vera, non è una cosa che definisce completamente un personaggio. Come ha detto Xochitl, America è una ragazza di 14 anni che sta cercando di superare quel momento traumatico della sua vita, che non è la questione LGBTQ, ma il fatto che continua a viaggiare incontrollata tra i vari universi nel Multiverso, più volte. Essere fedeli a ciò e mostrarlo, ma non è di questo che parla il film, ma rimane comunque una parte importante del personaggio che diventa nei fumetti. Volevamo rappresentare questo aspetto.

doctor strange