Sam Raimi ha elogiato i Marvel Studios per l’inclusione e la diversità e per l’introduzione di America Chavez in Doctor Strange 2.

Il 4 maggio uscirà al cinema Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il sequel dedicato alle avventure dello Stregone Supremo interpretato da Benedict Cumberbatch prodotto dai Marvel Studios e diretto dal leggendario Sam Raimi, che vedrà il ritorno di Elizabeth Olsen nel ruolo di Wanda Maximoff e sarà strettamente collegato agli eventi narrati nelle serie televisive WandaVision e Loki.

Nel corso di un’intervista promozionale concessa in esclusiva a Screen Rant, Sam Raimi ha elogiato gli sforzi dei Marvel Studios di rappresentare al meglio i gruppi di minoranza nel Marvel Cinematic Universe, spiegando che il personaggio di America Chavez (Xochitl Gomez) in Doctor Strange nel Multiverso della Follia contribuirà a dare visibilità alle persone che sono state escluse per troppo tempo dalle produzioni Hollywoodiane:

“È fantastico, perché amo il fatto che la Marvel sia molto inclusiva e che questa nuova supereroina latinoamericana possa rappresentare una figura eroica per molte persone là fuori che prima erano sottorappresentate sul grande schermo.”

Ricordiamo che Doctor Strange nel Multiverso della Follia, scritto da Michael Waldron (Rick & Morty, Loki) e diretto da Sam Raimi (Spider-Man), arriverà al cinema il 4 maggio 2022 e vede nel cast Benedict Cumberbatch (Stephen Strange/Doctor Strange), Elizabeth Olsen (Wanda Maximoff/Scarlet Witch), Chiwetel Ejiofor (Karl Mordo), Benedict Wong (Wong), Rachel McAdams (Christine Palmer), Xochitl Gomez (America Chavez) e Adam Hugill (Rintrah).

Doctor Strange nel Multiverso della Follia

SINOSSI
Marvel Studios’ Doctor Strange nel Multiverso della Follia espande i confini del Multiverso ai massimi livelli. Un viaggio nell’ignoto con Doctor Strange che, con l’aiuto di mistici alleati sia vecchi che nuovi, attraversa pericolose e sconvolgenti realtà alternative del Multiverso per affrontare un nuovo, misterioso avversario.

Fonte