Lo sceneggiatore di Doctor Strange nel Multiverso della Follia ha parlato di una scena tagliata con una variante di Strange senza magia.

Il 4 maggio è uscito nelle sale Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il sequel dedicato alle avventure dello Stregone Supremo interpretato da Benedict Cumberbatch prodotto dai Marvel Studios e diretto dal leggendario Sam Raimi, che vede il ritorno di Elizabeth Olsen nel ruolo di Wanda Maximoff/Scarlet Witch ed è strettamente collegato agli eventi narrati nelle serie televisive WandaVision e Loki.

Durante il commento audio di Doctor Strange nel Multiverso della Follia, Michael Waldron, sceneggiatore del film e head writer della prima stagione di Loki, ha svelato che originariamente Stephen Strange sarebbe finito in un altro universo e avrebbe incontrato una versione alternativa di sé senza abilità magiche chiamata Melvin Strange. La sequenza, alla fine, è stata tagliata poiché non costruiva la tensione tantomeno aumentava la posta in gioco all’interno del film:

“Prima di Sinister Strange, c’era una scena in cui Strange sarebbe andato in un universo alternativo e avrebbe incontrato un personaggio chiamato Melvin Strange, un mago di strada che era una versione di Strange senza alcun potere magico.”

Ricordiamo che Doctor Strange nel Multiverso della Follia, scritto da Michael Waldron (Rick & Morty, Loki) e diretto da Sam Raimi (Spider-Man), vede nel cast Benedict Cumberbatch (Stephen Strange/Doctor Strange), Elizabeth Olsen (Wanda Maximoff/Scarlet Witch), Chiwetel Ejiofor (Karl Mordo), Benedict Wong (Wong), Rachel McAdams (Christine Palmer), Xochitl Gomez (America Chavez) e Adam Hugill (Rintrah).

Doctor Strange nel Multiverso della Follia

SINOSSI
Marvel Studios’ Doctor Strange nel Multiverso della Follia espande i confini del Multiverso ai massimi livelli. Un viaggio nell’ignoto con Doctor Strange che, con l’aiuto di mistici alleati sia vecchi che nuovi, attraversa pericolose e sconvolgenti realtà alternative del Multiverso per affrontare un nuovo, misterioso avversario.

Fonte