L’idea di trasformare Reed Richards (John Krasinski) in spaghetti in Doctor Strange nel Multiverso della Follia è stata di Kevin Feige!

Il 4 maggio è uscito nelle sale Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il sequel dedicato alle avventure del Maestro delle Arti Mistiche interpretato da Benedict Cumberbatch prodotto dai Marvel Studios e diretto dal leggendario Sam Raimi, che vede il ritorno di Elizabeth Olsen nel ruolo di Wanda Maximoff/Scarlet Witch ed è strettamente collegato agli eventi narrati nelle serie televisive WandaVision e Loki.

Nel corso di un’intervista con befores & afters, Julian Foddy, supervisore degli effetti visivi per la ILM, ha parlato della realizzazione della morte di Reed Richards alias Mr. Fantastic (John Krasinski) in Doctor Strange nel Multiverso della Follia, spiegando che l’idea di trasformare il personaggio in spaghetti con la magia del caos di Wanda Maximoff è stata del presidente dei Marvel Studios Kevin Feige:

“Ad un certo punto, Wanda trasforma Reed Richards (John Krasinski) in tutte queste forme triturate e filanti. Il punto di partenza è stato qualche riferimento che ci è stato passato da Janek Sirrs direttamente da Kevin Feige. È stato qualcuno che ha passato un pezzo di plastilina da modellare attraverso un torchio.”

Foddy ha sottolineato che è stata una vera sfida per il team addetto ai VFX di Doctor Strange nel Multiverso della Folliacostruire una configurazione che non facesse sembrare solo che la geometria del corpo stesse emettendo qualcos’altro.

Per portare in vita la richiesta di Feige, il team ha dovuto “trovare un modo per smontare e distruggere il modello reale” affinché “le coordinate corrette della texture venissero scambiate per le corde di Reed mentre venivano tutte fatte a pezzi.” Nonostante siano riusciti ad ottenere il risultato richiesto dal produttore, Foddy ha ammesso che non sono mancate difficoltà:

Farlo sembrare simile ad un materiale organico e ottenere la giusta quantità di flessione e trovare l’equilibrio delle corde mentre si staccano è stato abbastanza difficile. C’erano dei trucchetti, perché se un vero essere umano venisse distrutto in questo modo, ci sarebbe un sacco di carne e sangue ovunque. Ovviamente, questo è un film Marvel e non vogliamo essere troppo macabri.”