Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il costumista svela che Balder il Coraggioso doveva apparire in altri film del Marvel Cinematic Universe.

Il 4 maggio è uscito nelle sale Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il sequel dedicato alle avventure del Maestro delle Arti Mistiche interpretato da Benedict Cumberbatch prodotto dai Marvel Studios e diretto dal leggendario Sam Raimi, che vede il ritorno di Elizabeth Olsen nel ruolo di Wanda Maximoff/Scarlet Witch ed è strettamente collegato agli eventi narrati nelle serie televisive WandaVision e Loki.

Dopo l’uscita del film, il giornalista Justin Kroll di Deadline ha svelato che Daniel Craig, celebre interprete di James Bond, avrebbe dovuto interpretare Balder il Coraggioso in Doctor Strange nel Multiverso della Follia. Il personaggio – che nei fumetti è il fratellastro di Thor – sarebbe stato incantato dai poteri di Wanda e spinto al suicidio nella sequenza in cui Scarlet Witch uccide tutti gli Illuminati. Alla fine, tuttavia, l’attore ha abbandonato il progetto a causa dell’aumento dei casi positivi al Covid-19 a Londra (dove si tennero le riprese del film nel dicembre 2020) spingendo i Marvel Studios ad inserire Reed Richards alias Mr. Fantastic e ad ingaggiare John Krasinski, da sempre preso in considerazione dai fan per il ruolo del leader dei Fantastici 4. In questi mesi, inoltre, sono stati pubblicati diversi concept scartati che ci permettono di dare uno sguardo al look che Balder avrebbe avuto nel film.

In un’intervista con ComicBook.com, Graham Churchyard, costumista di Doctor Strange nel Multiverso della Follia, ha parlato dei piani scartati per l’apparizione di Balder, confermando che i Marvel Studios avevano già considerato di inserire il personaggio in altri progetti dell’MCU in precedenza:

“Abbiamo lavorato molto al design di Balder il Coraggioso e abbiamo aspettato, aspettato e aspettato qualche notizia per il casting. Era un prototipo, eravamo in quella fase di design, mettendo insieme i vari tessuti in attesa di un attore. Povero Balder il Coraggioso… Stava per essere inserito in Thor 1, in Thor 2 e in Thor 3, se posso semplificarlo. Poi per un attimo hanno detto ‘Sì! Farà un’apparizione!’. Pover’uomo. Ho visto dei design dell’elmetto di Balder ai tempi del Thor di Kenneth Branagh nell’archivio della Marvel. Quindi ho aspettato a lungo e non penso che apparirà tanto presto.”

Churchyard ha aggiunto che il design del costume del personaggio era già in una fase avanzata e che il suo team stava solo aspettando qualche aggiornamento in merito al casting ma, sfortunatamente, l’emergenza sanitaria ha stravolto i piani iniziali dello studio:

A causa di questa stupida cosa chiamata COVID c’è stato un divieto di viaggio, e non sono stato in grado di recarmi negli Stati Uniti. Vivo nel Regno Unito, qui sulla costa meridionale. In sostanza, si è arrivati al punto in cui… [I Marvel Studios] avevano un altro paio di personaggi che erano in fase di design nel Regno Unito come Balder il Coraggioso e per questo motivo non abbiamo potuto portare molti di quegli attori, per via del divieto di viaggio al rovescio e per questi vincoli. Non potevamo portare Patrick Stewart sul set in concomitanza con Hayley Atwell. Hayley Atwell stava girando M:I 7 e altre cose. Quindi, il sogno di avere gli Illuminati tutti insieme nella stessa stanza nello stesso momento non è avvenuto a Londra. È successo a Los Angeles nell’arco di sei mesi, il che è straordinario. Quando ricevetti le pagine delle scene con gli Illuminati, pensai ‘Questa sequenza in sé è un film intero perché potrebbe espandersi molto.'”