Nonostante il blocco delle ultime riprese a causa dell’emergenza Coronavirus, WandaVision riuscirà a rispettare l’uscita nel 2020!

Uno dei prodotti più interessanti del nuovo format Marvel Studios/Disney+ è senza ombra di dubbio Wandavision, serie su Scarlet Witch (Elizabeth Olsen) e Visione (Paul Bettany) che avrà una potente influenza dall’estetica anni ’50 (e non solo), ispirandosi alle sit-com di quell’epoca ma in maniera “distorta e misteriosa”, prendendo come modello di riferimento il Dick Van Dyke Show, utilizzando persino in alcune sequenze lo stesso modello di produzione e girando delle scene di fronte ad un pubblico dal vivo (scelta comune per le sit-com dell’epoca), il tutto in un’ambiente semi-onirico dove Wanda si andrà probabilmente a rifugiare, per non affrontare il lutto derivato dalla dipartita del suo amato Visione. Inoltre la serie si connetterà direttamente con Doctor Strange in The Multiverse of Madness, dove vedremo nuovamente Scarlet Witch (finalmente con il suo vero nome).

Sin da quando i Marvel Studios hanno messo in pausa la produzione di serie TV e film a causa dell’emergenza Coronavirus, sono sorti molti dubbi sul periodo d’uscita di WandaVision ed a lungo i fan hanno ipotizzato un rinvio, ma fortunatamente non sarà così!

Oggi Disney+ ha annunciato con un trailer alcune delle serie e dei film che debutteranno entro il 2020 nella piattaforma….ed a sorpresa anche WandaVision è presente nel filmato!

Una data d’uscita esatta non è ancora stata rivelata, ma considerando che le ultime riprese (probabilmente qualche reshoot) dovrebbero essere ripartite, potrebbe debuttare a dicembre come inizialmente previsto?

Per quanto riguarda The Falcon and The Winter Soldier invece, la situazione potrebbe essere diversa: la serie non compare all’interno del filmato ed alcuni ipotizzano che non uscirà fin quando i Marvel Studios non riusciranno a distribuire Black Widow, in quanto potrebbero esserci alcune connessioni dirette.

Come sempre, vi terremo aggiornati.

Ecco il trailer diffuso da Disney+:

Fonte