Nel corso degli anni, la timeline dell’universo cinematografico degli X-Men è diventata complessa e confusionaria.

Le due trilogie ed i vari spin-off ci hanno portato avanti ed indietro nel tempo ed abbiamo assistito persino a diverse versioni dello tesso personaggio.

Deadpool è ambientato nello stesso universo degli altri film, ma a suo modo non si cura della continuity…confondendo persino il protagonista stesso.

Ma esattamente, dove si colloca Deadpool nella timeline degli X-Men?

Nel corso di una nuova intervista i due sceneggiatori Rhett Reese e Paul Wernick hanno spiegato:

Il bello di Deadpool è che esiste nel suo universo. Fa parte dell’enorme universo degli X-Men, ma allo stesso tempo non ne fa parte. Interagisce con quel mondo, ma è ambientato ai giorni nostri. Non abbiamo a che fare con gli anni 60, 70 o con il futuro. E’ qui ed ora. Fortunatamente non dobbiamo avere le regole degli altri film.

Deadpool è un film che rompe tutte le regole. Credo che continueremo a farlo anche in futuro. Questo significa che sa di essere in un film, che parla con il pubblico, che rompe la quarta parete in maniera caratteristica come nei fumetti.

Quindi si, credo che possiamo prenderci gioco delle timeline senza esserne schiavi.