Shawn Levy, regista di Free Guy e di The Adam Project, è in trattative con i Marvel Studios per dirigere Deadpool 3.

Dopo l’acquisizione della 20th Century Fox, i Marvel Studios integreranno gli X-Men e Fantastici 4 nell’Universo Cinematografico Marvel ma soltanto un personaggio non ripartirà da zero: il Deadpool di Ryan Reynolds. La Walt Disney Company ha ribadito più volte di voler continuare a realizzare film vietati ai minori sul Mercenario Chiacchierone e lo stesso presidente dei Marvel Studios Kevin Feige ha confermato che il terzo capitolo, scritto dalle sorelle Wendy Molyneaux e Lizzie Molyneaux-Loeglin (Bob’s Burgers), sarà ambientato nell’MCU.

Stando a quanto riportato in esclusiva dall’autorevole The Hollywood Reporter, Shawn Levy, noto per aver diretto la trilogia di Una notte al museo, Free Guy e il film Netflix The Adam Project e per aver prodotto la popolare serie Stranger Things, sarebbe in trattative con i Marvel Studios per dirigere Deadpool 3. La notizia, curiosamente, è arrivata un giorno dopo le dichiarazioni di Ryan Reynolds, che aveva invitato i fan a scrivere direttamente a Kevin Feige per far salire Levy a bordo del progetto alla luce delle loro precedenti collaborazioni.

Deadpool 3 Shawn Levy Ryan Reynolds

Ricordiamo che Deadpool 2 (2018), scritto da Rhett Reese e Paul Wernick e diretto da David Leitch, vede nel cast Ryan Reynolds (Wade Wilson/Deadpool), Josh Brolin (Nathan Summers/Cable), Morena Baccarin (Vanessa Carlysle), Julian Dennison (Russell Collins/Firefist), Zazie Beetz (Domino), T. J. Miller (Weasel) e Brianna Hildebrand (Testata Mutante Negasonica).

Dopo essere sopravvissuto a un attacco bovino quasi letale, lo sfigurato chef di una caffetteria (Wade Wilson) cerca a tutti i costi di diventare il barista più hot di Mayberry tentando, allo stesso tempo, di fare i conti con la perdita del senso del gusto. Mentre cercherà di riacquistare il gusto per la vita, oltre a un flusso canalizzatore, Wade dovrà combattere contro dei ninja, la Yakuza, dei cani sessualmente aggressivi, nel suo viaggio intorno al mondo che lo porterà alla scoperta del valore della famiglia, dell’amicizia e del sapore, trovando un nuovo gusto per l’avventura e guadagnandosi anche la tanto desiderata tazza con la scritta Miglior Amante del Mondo.

Fonte