Deadpool 3, Ryan Reynolds sta lavorando duramente per rispettare il tono di Wolverine (Hugh Jackman) e non snaturarlo.

Nel novembre del 2024 uscirà Deadpool 3, il terzo capitolo dedicato alle avventure del Mercenario Chiacchierone interpretato da Ryan Reynolds che, oltre ad essere vietato ai minori come i primi due film, sarà ambientato nel Marvel Cinematic Universe e vedrà il ritorno di Hugh Jackman nel ruolo di Wolverine.

Nel corso di un’intervista con TheWrap, Ryan Reynolds ha parlato del tono di Deadpool 3 rispetto agli altri film dei Marvel Studios e della combinazione tra personalità sarcastica e profana di Mercenario Chiacchierone e la natura più seria del mutante artigliato. In particolare, l’attore ha spiegato che sta lavorando duramente per rispettare il tono di Wolverine e non snaturarlo:

“Si tratta sostanzialmente di trovare un modo per rendere onore a entrambi questi personaggi che sono straordinariamente autentici a ciascuno di loro. Penso che due torti in realtà faranno una ragione in un modo piuttosto fantastico.”

“Penso sia una camminata sul filo del rasoio. Voglio dire, la maggior parte di questi film sono una camminata sul filo del rasoio. In questo caso, però, ci sarà una collisione di due personaggi piuttosto iconici che esistono nel Marvel Ancillary Universe… siamo nel Marvel Cinematic Universe a questo punto.”

Ricordiamo che nel cast di Deadpool 3 tornano Ryan Reynolds (Wade Wilson/Deadpool) e Hugh Jackman (James ”Logan” Howlett/Wolverine). Pochi mesi fa, inoltre, è stato confermato che Shawn Levy, noto per aver diretto la trilogia di Una notte al museo, Free Guy e The Adam Project e per aver prodotto la serie Stranger Things, dirigerà Deadpool 3 e che Rhett Reese e Paul Wernick, sceneggiatori di Deadpool (2016) e Deadpool 2 (2018), stanno lavorando alla nuova versione della sceneggiatura sulla base di una prima stesura firmata dalle sorelle Molyneux (Bob’s Burger).