Warner Bros. Pictures sta tutelando Matt Reeves, Andy Muschietti e Todd Phillips dalle restrizioni di Zaslav.

Stando a quanto spiegato recentemente da The Hollywood Reporter, il gruppo Comcast (il più grande operatore via cavo degli Stati Uniti, il terzo fornitore di servizi telefonici domestici e una delle principali industrie mediatiche del mondo) potrebbe fare presto un’offerta per provare ad acquisire Warner Bros. Discovery, nonostante la fusione tra Warner e Discovery sia andata in porto appena cinque mesi fa.

Secondo diversi insider del settore, il presidente di Comcast Brian Roberts farà presto un’offerta che potrebbe seriamente stravolgere gli equilibri del panorama: unire NBC Universal – il gruppo che possiede le divisioni cinematografiche e televisive di Universal, i loro parchi a tema e la divisione televisiva di NBC, tra sport, notiziari e serie TV – con Warner Bros. Discovery, anche se questo inevitabilmente potrebbe allertare l’antitrust.

Secondo una fonte del sito, l’obiettivo del nuovo presidente di Warner Bros. Discovery David Zaslav è proprio quello di ridurre i costi tagliando svariate produzioni, ottimizzare la compagnia e poi venderla al miglior offerente, motivo per cui già da ora è interessato ad intavolare una eventuale trattativa qualora dovesse arrivare un’offerta.

Tutto ciò sta inevitabilmente creando una grande confusione interna, che in qualche modo sta colpendo anche DC Films. Come ben saprete, la compagnia è infatti alla ricerca di una figura di spicco per gestire l’intero universo cinematografico, una sorta di “Kevin Feige“, che ad oggi non riesce a trovare.

Fin quando non verrà scelto un altro dirigente, la DC verrà gestita da Michael De Luca e Pam Abdy, i due presidenti di Warner Bros. Pictures, in quando Walter Hamada abbandonerà la carica dopo l’uscita di Black Adam. De Luca è un collezionista di fumetti e, ormai più di 20 anni fa, è stato uno dei produttori del film su Blade. Proprio recentemente, i due hanno ufficializzato il sequel di Constantine con protagonista Keanu Reeves.

Grazie al lavoro di questi due dirigenti, Warner Bros. Pictures sta facendo “scudo” per tutelare i grandi artisti come Matt Reeves, Todd Phillips ed Andy Muschietti, che a differenza del resto della compagnia non subiranno limitazioni di budget di alcun tipo importa da David Zaslav.

Fonte