Il regista e sceneggiatore David S. Goyer ha commentato le voci sul presunto incidente con Wesley Snipes sul set di Blade: Trinity.

Nel corso degli anni si è parlato spesso della travagliata lavorazione di Blade: Trinity (2005), il terzo capitolo della saga dedicata al cacciatore di vampiri della Casa delle Idee. In particolare, secondo quanto riferito da Patton Oswalt (Agents of S.H.I.E.L.D.) e da Ryan Reynolds (Deadpool), il volto del franchise, Wesley Snipes, avrebbe avuto una specie di esaurimento nervoso sul set del film, arrivando al punto di strangolare lo sceneggiatore e regista David S. Goyer e di comunicare con il filmmaker tramite post-it e solo se chiamato “Blade” dai membri della crew.

Nel corso di una recente intervista con l’Hollywood Reporter, David Goyer ha discusso del suo lavoro nell’industria cinematografica e televisiva, soffermandosi brevemente sull’esperienza su Blade: Trinity. Nel momento in cui gli è stato chiesto di raccontare la verità sul presunto “incidente” con l’interprete del Diurno, il regista ha fornito una risposta piuttosto criptica:

THR: “Parlando di conflitti, devo chiedertelo perché Internet deve sapere: è vera la storia raccontata da Patton Oswalt secondo cui Wesley Snipes cercò di strangolarti sul set di Blade: Trinity? Se sì, da cosa è scaturito?”

Goyer: “Diciamo solo che provo enorme rispetto per Wesley [Snipes] in qualità di attore. Una volta era un amico. Non siamo più amici. Sono amico di Patton [Oswalt], ho lavorato con lui da allora, per cui… Penso che nessuna persona coinvolta in quel film abbia avuto una bella esperienza su quel film. Di certo io non l’ho avuta. Credo che nessuna persona coinvolta in quel film sia felice dei risultati. È stata una produzione molto tormentata.”

Stando a quanto emerso in alcune interviste, ai tempi Snipes era riluttante all’idea di realizzare un terzo film su Blade. L’idea originale di Goyer era di fare un film con atmosfere alla Mad Max in cui Blade avrebbe combattuto per l’umanità in un mondo post-apocalittico dominato dai vampiri ma la New Line Cinema ritenne che fosse troppo dark come soggetto. Snipes era soddisfatto del progetto iniziale ma cominciò a creare problemi quando il soggetto venne cambiato nella lotta tra Blade e Dracula. Per questo motivo, l’attore si rifiutò di girare le sue scene durante le riprese costringendo Goyer e la produzione ad utilizzare delle controfigure e la CGI per inserire il suo personaggio in varie sequenze.

Nel cast di Blade: Trinity (2005) figurano Wesley Snipes (Eric Brooks/Blade), Jessica Biel (Abigail Whistler), Ryan Reynolds (Hannibal King), Kris Kristofferson (Abraham Whistler), Dominic Purcell (Drake), Parker Posey (Danica Talos), John Michael Higgins (Dr. Edgar Vance), Natasha Lyonne (Sommerfield), Triple H (Jarko Grimwood) e Patton Oswalt (Hedges).

Blade: Trinity Wesley Snipes David S. Goyer

SINOSSI
Blade (Wesley Snipes) insieme al suo mentore Whister (Kris Kristofferson) è sulle tracce di una nuova minaccia per gli umani. Un gruppo di vampiri, infatti, sta cercando di resuscitare Drake (Dominic Purcell), un’orrenda creatura dotata di poteri fuori dal normale ed in grado di affrontare la luce del sole. Ad aiutare Blade e Whister c’è il gruppo dei ‘Nightstalkers’, cacciatori delle forze del male con a capo la bella Abigal (Jessica Biel) ed il simpatico Hannibal King (Ryan Reynolds). Ancora una volta il destino e la salvezza dell’umanità sono nelle mani di Blade, nella sua sfida finale contro Drake.

Fonte