Il fumettista Dan Slott ha detto la sua riguardo l’enorme espansione narrativa dell’Universo Cinematografico Marvel.

In questi giorni Dan Slott, un dei più noti fumettisti di casa Marvel, ha cominciato a farsi sentire su Twitter in vista dell’uscita di She-Hulk: Attorney At Law, soffermandosi sulla grande macro-trama che con la Fase 4 si è ampliata ancora di più.

In molti infatti si stanno lamentando sul web, in quanto l’Universo Cinematografico Marvel inizia ad essere sempre più complesso da seguire (soprattutto per i neofiti) grazie alla rapida espansione in televisione ed alle quattro uscite cinematografiche ogni anno.

Secondo Dan Slott, l’MCU si appresta a diventare sempre più come i fumetti Marvel,  motivo per cui una persona non è obbligata a recuperare ogni singolo prodotto:

“Quando ero piccolo, i Marvel Comics c’erano da più di un decennio. Era presente già parecchia continuity in corso. Ma quando era necessario alla storia, ti veniva spiegata. E tu lo capivi, andavi avanti e ti divertivi.

Questo è il Marvel Cinematic Universe ora. E va benissimo.