Al contrario di quanto riportato recentemente, i Marvel Studios non sono completamente fermi a seguito dell’emergenza Coronavirus.

Come ben saprete, in queste settimane l’emergenza Coronavirus ha avuto un forte impatto anche nel mondo del cinema: film come A Quiet Place 2, Fast and Furious 9, New Mutants e Mulan sono stati posticipati e le riprese di diverse serie TV Marvel (e non solo) e pellicole come Shang-Chi sono state messe momentaneamente in pausa. Dopo che le principali catene cinematografiche americane hanno chiuso le sale almeno fino a metà maggio, la notizia era inevitabile: questa settimana anche l’uscita di Black Widow è stata posticipata.

Inizialmente previsto per il 29 aprile in Italia e per il 1 maggio negli USA, il film diretto da Cate Shortland è stato rinviato a data da destinarsi per ragioni di sicurezza e salute.

La domanda che si sono posti i fan è una: cosa sta succedendo ai Marvel Studios in questo periodo? I lavori sono completamente fermi, oppure ci sono ancora progetti in lavorazione? L’insider Jeremy Conrad – fonte affidabile quando si parla di Casa delle Idee – ha fatto chiarezza sulla questione, spiegando che effettivamente non è tutto fermo e smentendo quindi lo scenario peggiore, che avrebbe visto il rinvio dell’intera tabella di marcia.

Come ben saprete le riprese sono state interrotte e questo significa che una buona parte delle produzioni è ferma a tempo indeterminato (si parla di due settimane per ora, ma dipende dall’evoluzione della pandemia).  Tutto quel lato di Marvel – e più in generale di Disney – è completamente fermo. Questo però non significa che sia tutto bloccato: dove possibile, lo sviluppo procede da remoto (Conrad spiega che sono iniziati i lavori preliminari per un progetto sui Giovani Vendicatori), le sceneggiature continuano ad essere scritte e sia pre-produzioni che post-produzioni sono in corso, naturalmente da remoto.

Per fare un esempio pratico anche fuori da Marvel, i lavori alla seconda stagione di The Boys procedono da remoto e James Gunn sta lavorando al montaggio di The Suicide Squad direttamente da casa.

Dove possibile Hollywood si sta attrezzando e nei Marvel Studios si stanno tenendo di continuo video conferenze tra i vari reparti operativi dove si discute di svariati argomenti, tra cui spesso delle date d’uscita, soprattutto per quanto riguarda Black Widow. Secondo le fonti di Variety, il rinvio del film dedicato alla Romanoff non influenzerà la timeline del MCU, ma ovviamente la situazione è in costante evoluzione.

Marvel Studios

Fonte