Finalmente le premesse si sono rivelate vere… Loki ha avuto un grande impatto per il futuro dell’Universo Cinematografico Marvel!

ATTENZIONE AGLI SPOILER. Proseguite solo se avete già completato la visione di Loki.

Oggi è uscito su Disney+ il sesto ed ultimo episodio della prima stagione di Loki, la nuova serie dei Marvel Studios incentrata sul Dio degli Inganni interpretato da Tom Hiddleston. Lo show (già rinnovato per una seconda stagione) ha visto la versione alternativa del fratellastro di Thor, fuggito con il Tesseract nel 2012 durante Avengers: Endgame, collaborare con l’organizzazione temporale Time Variance Authority per preservare il corretto flusso del tempo.

Ciò che più volte è sembrata solo una vana promessa, finalmente si è avverato: Loki ha delle conseguenze realmente importanti per l’Universo Cinematografico Marvel e, essenzialmente, ha ridefinito tutto ciò che conosciamo.

Il Multiverso, che nel primo Doctor Strange era stato accennato a livello teorico (come ad esempio l’esistenza di dimensioni parallele come quella specchio), qui trova ampio spazio prima nel quinto episodio, dove scopriamo tantissime versioni alternative del Dio degli Inganni (come il glorioso “Classic Loki”, “Kid Loki” e persino una versione alligatore), quindi nel sesto episodio di oggi.

In sintesi, il Multiverso è rinato.

Eoni fa, prima della TVA, una variante di me stesso visse sulla terra nel 31esimo secolo. Era uno scienziato e scoprì che c’erano degli universi sovrapposti al suo universo. Contemporaneamente, altre versioni di noi scoprivano la stessa cosa. […]

Colui che Rimane, interpretato da uno straordinario Jonathan Majors (anche se non rivela mai il suo nome, ed anzi ci scherza sopra, si tratta ovviamente di Kang) descrive in sintesi la vera Guerra del Multiverso, accennando agli “universi sovrapposti”, ovvero…

Il Multiverso.

Dopo che Sylvie uccide quest’ultimo, nella Sacra Linea Temporale (meravigliosa visivamente) si formano un numero infinito di diramazioni, che a loro volta generano altre diramazioni infinite, ovvero…

Il caos.

Un caos che farà da padrone nel futuro dell’Universo Cinematografico Marvel. 

Che tipo di impatto potrà avere per i prossimi anni di Universo Cinematografico Marvel?

Kevin Feige lo aveva già anticipato: il Multiverso sarà una componente molto importante per le prossime storie, ed ora finalmente stiamo capendo il motivo.

Da What If…? a Doctor Strange in The Multiverse of Madness, passando per I rumor su Spider-Man: No Way Home fino alla seconda stagione di Loki, la portata dei progetti è destinata a cambiare.

Giusto per fare qualche esempio (sempre tralasciando i rumor di No Way Home), gli eventi di What If…? non sarebbero stati possibili senza la devastazione della Sacra Linea Temporale di oggi. Doctor Strange in The Multiverse of Madness invece potrebbe includere Shuma-Gorath, un demone multidimensionale dei fumetti Marvel che forse compare anche nel trailer della serie animata.

Secondo alcuni rumor (non confermati) inoltre, Strange potrebbe imbattersi potenzialmente nei “Guardiani del Multiverso” un gruppo di personaggi che verranno introdotti proprio con What If…?.

In sintesi, una stagione in televisione, tante nuove possibilità connesse.

Come non citare inoltre Ant-Man and The Wasp: Quantumania, dove è stato già confermato il ritorno di Jonathan Majors nei panni (di un’altra versione) di Kang. Come abbiamo scoperto, il Regno Quantico è a tutti gli effetti un condotto per le linee temporali e di conseguenza ha tutte le carte in regola per continuare ad approfondire il concetto di Multiverso in modi inaspettati.

Magari tutto ciò culminerà in un Avengers 5 con la nuova squadra dei Vendicatori che dovrà lottare contro la versione malvagia definitiva di Kang per cercare di ripristinare il flusso temporale, oppure in qualche modo questo caos potrebbe espandersi ancora di più e portare alle celebri Guerre Segrete? Solo il tempo potrà dirlo, ma inevitabilmente Loki ha gettato le basi per anni ed anni di storie e Kang è un villain destinato a fare la storia di questo universo.

Proprio oggi, lo sceneggiatore della serie (e di Doctor Strange 2) Michael Waldron ha rivelato un dettaglio molto interessante, spiegando:

Volevamo uno show enorme e volevamo chiudere con una grande esplosione e con un impatto gigantesco per il futuro del MCU. Sapevamo che Kang sarebbe stato probabilmente il prossimo grande villain multi-film e, dato che viaggia nel tempo e nel Multiverso, abbiamo pensato che sarebbe stato perfetto. […].

In sintesi, quello che abbiamo visto questa mattina è solo il preambolo di una storia molto più grande.

Se pensate che io sia cattivo…aspettate di conoscere le mie varianti! – Colui che Rimane

Loki

Ricordiamo che la serie, scritta e creata da Michael Waldron (Rick & Morty, Doctor Strange In The Multiverse of Madness) e diretta da Kate Herron (Sex Education), vede nel cast Tom Hiddleston (Loki Laufeyson), Owen Wilson (Mobius M. Mobius), Gugu Mbatha-Raw (Giudice Renslayer), Wunmi Mosaku (Hunter B-15), Sophia Di Martino (Sylvie Laufeydottir), Sasha Lane (Hunter C-20), Tara Strong (Miss Minutes), Richard E. Grant (Classic Loki) e Jack Veal (Kid Loki).

SINOSSI
La serie, in arrivo su Disney+ il 9 giugno 2021, vede per protagonista il Dio degli Inganni mentre esce dall’ombra di suo fratello in una nuova serie che si svolge dopo gli eventi di Avengers: Endgame.

Fonte