E’ stato chiesto a Clark Gregg se spera in un nuovo incontro tra il suo Phil Coulson e gli Avengers, e l’attore ha risposto in maniera piuttosto onesta:

No, non più. Sospetto che avverrà quando ne avranno bisogno, ma non è un qualcosa a cui penso. So che la Marvel è gestita da persone come Jeph Loeb, Kevin Feige e Louis D’Esposito, che sono fan come me. Quando arriverà il momento giusto, sono sicuro che Coulson ci sarà. Credo davvero che non sarà fatto fino a quando non servirà davvero alla storia, e non solo per riunire le parti.

L’attore ha quindi parlato del successo del personaggio, che ha esordito nel primo Iron Man ed è diventato talmente popolare da meritarsi una serie fumettistica, e dell’intero MCU:

penso che sia un esperimento fantastico, è divertente lavorare con direttori, sceneggiatori e produttori della Marvel. E’ un grandissimo esperimento di Storytelling che mi ha entusiasmato da persona adulta, era come se avessi il Clark undicenne sulle mie spalle, ed entrambi stessimo guardando la nostra storia.