Chris Evans parla del suo futuro nell’Universo Cinematografico Marvel, spiegando che per ora non ha piani per tornare ad interpretare Captain America dopo Avengers 4.

Avengers: Infinity War ed il suo sequel rappresenteranno letteralmente la fine di un’era, la conclusione di 10 anni di Universo Cinematografico Marvel ed allo stesso tempo un nuovo inizio.

Dopo questi due film, molti dei contratti degli attori che ci hanno accompagnato per anni volgeranno al termine e non è detto che tutti decideranno di rinnovare – sempre che i loro personaggi sopravvivano allo scontro con Thanos.

Ora Chris Evans in una nuova intervista con il  New York Times ha spiegato che per ora non ha piani per tornare nei panni di Captain America dopo Avengers 4:

Vuoi scendere dal treno prima che ti spingano via loro.

Come spiega il sito, l’attore parteciperà a delle riprese aggiuntive a breve, che almeno per ora segneranno la fine della sua avventura con il costume rosso, bianco e blu.

Certo, in futuro i Marvel Studios potrebbero anche offrire un nuovo contratto (sia a lui che agli altri attori in scadenza), ma per ora Evans sembra orientato all’idea di abbandonare definitivamente il ruolo il prossimo anno.

L’attore ha esordito con Captain America: Il Primo Vendicatore del 2011, quindi ha interpretato il personaggio in The Avengers (2012), in un cameo in Thor: The Dark World (2013), in Captain America: The Winter Soldier (2014) e successivamente in Avengers: Age of Ultron (2015). Dopo una breve presenza nella scena post credit di Ant-Man, lo abbiamo visto sia in Captain America: Civil War (2016) che in Spider-Man: Homecoming (2017), mentre il prossimo mese tornerà in Avengers: Infinity War.

Fonte