Nel corso di una nuova intervista con CBR, l’interprete di Captain America, Chris Evans, ha parlato del senso di responsabilità che si ha interpretando un personaggio del genere:

La pressione c’è, ma penso che non sia minimamente vicina a quello che provano i registi o la produzione. Onestamente, i film vivono e muoiono a seconda dei registi e dei produttori. Abbiamo visto attori fenomenali e grandi script che sono andati a finire male.

Un buon film dipende dai registi. Puoi avere tutti gli alti componenti al loro posto, ma se non hai registi di qualità, puoi fallire. Quindi si, c’è responsabilità ma non come quella che provano i due registi.

Hanno fatto il loro lavoro davvero bene.

L’attore ha poi parlato del rappresentare il significato di Captain America sul grande schermo:

E’ sempre stata una preoccupazione, il nome “America”. La verità è che ciò che rappresenta è un qualcosa che è presente in tutto il mondo. Ciò in cui crede – onore e valori – è un qualcosa che si può trovare ovunque.

Lui ha sempre combattuto per un bene più grande. Ha sempre messo i bisogni delle masse prima dei suoi, ed è una cosa che non avviene in questo film. Invece di dedicarsi al bisogno degli altri, in questo film la priorità è ciò che vuole lui.

Riguardo la sua esperienza con il personaggio:

Nei primi anni di coinvolgimento nel franchise, hai paura di essere la cosa che causerà il fallimento, ed è terribile, sei terrorizzato. Ma quando prosegui il viaggio, ti rendi conto di quanto sia sorprendente quello che stanno strutturando, e capisci quanto sei fortunato a far parte di questo incredibile insieme di storie.

Infine, riguardo il rapporto tra Steve e Bucky:

Bucky è l’ultima parte del passato di Steve. Le sue memorie di casa, di chi era prima dello scudo. Prima delle sue responsabilità. Questo è quello che spinge Steve ad essere egoista.

[Steve] è solo alla ricerca di una casa, e la ha trovata con gli Avengers. Ma Bucky è il suo tallone d’Achille, quindi decide di andare contro la sua famiglia attuale, scegliendo la sua vecchia famiglia, che è una cosa leggermente da egoisti. E’ un qualcosa che non ha mai fatto prima, è un nuovo territorio. Steve è un personaggio che vede bianco o nero, ma con Bucky, tutto diventa grigio.