Chi ha aperto davvero il Multiverso? La spiegazione completa dell’impatto del finale di Loki su Spider-Man: No Way Home e Doctor Strange 2.

Questo mese è uscito nelle sale Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il sequel dedicato alle avventure dello Stregone Supremo interpretato da Benedict Cumberbatch prodotto dai Marvel Studios e diretto dal leggendario Sam Raimi, che vede il ritorno di Elizabeth Olsen nel ruolo di Wanda Maximoff/Scarlet Witch ed è strettamente collegato agli eventi narrati nelle serie televisive WandaVision e Loki.

Nel corso di un’intervista con Marvel.com, il produttore di Doctor Strange nel Multiverso della Follia Richie Palmer ha discusso dell’impatto del finale di Loki sul Marvel Cinematic Universe, ampliando le precedenti dichiarazioni di Kevin Feige. In particolare, il produttore ha ribadito che l’uccisione di Colui Che Rimane (Jonathan Majors) da parte di Sylvie (Sophia Di Martino) nel finale della serie con Tom Hiddleston ha determinato gli eventi di Spider-Man: No Way Home e di Doctor Strange nel Multiverso della Follia (che altrimenti non si sarebbero mai verificati) attraverso la “riattivazione del Multiverso“:

Se gli eventi di Loki non fossero mai avvenuti, se Sylvie non avesse fatto quello che ha fatto, questo film e gli eventi di Spider-Man: No Way Home non sarebbero successi. È stata l’attivazione del Multiverso, o forse la riattivazione del Multiverso alla fine di Loki che ha portato alle infinite possibilità che avete visto in What If…?, in Spider-Man: No Way Home e Doctor Strange nel Multiverso della Follia.”

“Al momento, il Multiverso si è espanso indefinitamente verso il futuro, indietro nel passato, lateralmente, a sinistra e destra, in realtà alternative che non possiamo neanche comprendere. Se non fosse stato per Sylvie, non saremmo qui in questo momento.”

Per quanto riguarda l’incantesimo di Doctor Strange in Spider-Man: No Way Home, Palmer ha aggiunto:

Quello a cui Kevin [Feige] stava facendo riferimento in merito all’incantesimo alla fine di Spider-Man è che se quell’incantesimo fosse andato nel modo in cui Doctor Strange pensava sarebbe andato, anche se Peter Parker lo avesse rovinato come ha fatto, avrebbe colpito solo le persone nel nostro universo. Doctor Strange non stava considerando che, nel lanciare quell’incantesimo, avrebbe dovuto preoccuparsi di tutti gli altri infiniti universi là fuori che sono pieni di persone che sanno chi sia Spider-Man. Quello non avrebbe dovuto essere un fattore. Quell’aspetto era qualcosa che non era noto a Strange e Wong a quel punto e che avrebbero dovuto considerare in tutte queste realtà alternative del Multiverso.”

Ricordiamo che Doctor Strange nel Multiverso della Follia, scritto da Michael Waldron (Rick & Morty, Loki) e diretto da Sam Raimi (Spider-Man), vede nel cast Benedict Cumberbatch (Stephen Strange/Doctor Strange), Elizabeth Olsen (Wanda Maximoff/Scarlet Witch), Chiwetel Ejiofor (Karl Mordo), Benedict Wong (Wong), Rachel McAdams (Christine Palmer), Xochitl Gomez (America Chavez) e Adam Hugill (Rintrah).

Loki No Way Home Doctor Strange 2

SINOSSI
Marvel Studios’ Doctor Strange nel Multiverso della Follia espande i confini del Multiverso ai massimi livelli. Un viaggio nell’ignoto con Doctor Strange che, con l’aiuto di mistici alleati sia vecchi che nuovi, attraversa pericolose e sconvolgenti realtà alternative del Multiverso per affrontare un nuovo, misterioso avversario.

Fonte