Charlie Cox, interprete di Matt Murdock/Daredevil nella serie Netflix, ha rivelato di aver apprezzato il film del 2003 sul personaggio con Ben Affleck.

Dopo aver smentito i rumor che vorrebbero un suo potenziale coinvolgimento nel terzo capitolo della saga di Spider-Man, Charlie Cox ha avuto la possibilità di recensire il film di Daredevil avente per protagonista Ben Affleck e prodotto dalla 20th Century Fox nel 2003.

Durante una recente intervista con ComicBook.com, l’interprete del Diavolo di Hell’s Kitchen sul piccolo schermo ha rivelato di essersi rifiutato di recuperare la pellicola durante il processo di casting per distanziare la sua versione del personaggio da quella di Ben Affleck:

Sì, l’ho visto. E, sai, mi è piaciuto molto. Quando mi stavo preparando per questo ruolo, l’unica cosa che mi parve evidente fu il tono di questo personaggio. Il tono del mondo di Daredevil è cambiato drasticamente dalla run del 1984 e ciò dipende da chi lo scrive, da chi lo disegna e dal grafico. Non credo esista un Daredevil definitivo.”

Ci sono diverse run a fumetti grandiose, ed è molto soggettivo. Ognuno ha le proprie preferenze personali. Alcune persone amano il lavoro di Frank Miller, tra cui me. Amo anche la run di [Brian Michael] Bendis e [Alex] Maleev. Poi ci sono altri periodi del personaggio che non si rivolgono a me nello specifico. E penso che anche il film abbia un certo tono, nonostante sia molto diverso da quello che abbiamo cercato di fare. Ma mi ha divertito molto, l’ho sempre detto.”

Nel corso della diretta, Charlie Cox ha ammesso di aver apprezzato il film diretto da Mark Steven Johnson, pur riconoscendo che una trasposizione televisiva si adatti maggiormente alla natura del personaggio:

“Ho sempre pensato che l’interpretazione di Matt Murdock di Ben Affleck fosse davvero buona. Voglio dire, ho sempre pensato che fosse azzeccata. Penso che il film abbia alti e bassi e che sia un po’ confusionario. Fu anche difficile ai tempi, fu proprio agli esordi della CGI e oggi tutto sembra piuttosto datato. Ma allo stesso tempo fu interessante il fatto che ci provarono.”

“Ovviamente [Daredevil] si presta meglio al formato televisivo perché hai a disposizione decenni di grandi storie, di personaggi e di idee. L’aspetto grandioso per noi è rappresentato dal fatto che, oltre a non aver plagiato nessun momento o run in particolare, siamo stati in grado di prendere e di scegliere quegli elementi che hanno funzionato molto bene nei fumetti e, come ho detto, abbiamo avuto 60 anni di storia editoriale da cui attingere.”

Daredevil

SINOSSI
Provato dai mesi trascorsi, Matt Murdock (Charlie Cox) risorge come un uomo distrutto e con tanti dubbi riguardo il suo futuro sia come il vigilante Daredevil, sia come l’avvocato Matthew Murdock. Quando il suo acerrimo nemico Wilson Fisk (Vincent D’Onofrio) viene scarcerato dalla prigione, Matt deve scegliere se nascondersi dal mondo o abbracciare il suo destino da eroe.

Fonte