Ben Mendelsohn ha rivelato che nella prima bozza della sceneggiatura di Captain Marvel il mutaforma Talos sarebbe dovuto morire.

Durante una recente intervista con NME, Ben Mendelsohn, interprete di Talos in Captain Marvel e nella scena dopo i titoli di coda di Spider-Man: Far From Home, ha rivelato che nella prima bozza della sceneggiatura del cinecomic con Brie Larson il leader degli Skrull sarebbe dovuto morire a metà film, impedendo in questo modo al “villain” di riunirsi con il resto della sua famiglia.

Dopo aver parlato dei piani originali dei Marvel Studios per il mutaforma e della sua esperienza sul set della pellicola diretta da Anna Boden e Ryan Fleck, l’attore australiano si è dichiarato aperto alla possibilità di tornare ad interpretare il personaggio nel Marvel Cinematic Universe:

“Ha superato di gran lunga le mie aspettative. Originariamente [Talos] sarebbe dovuto morire intorno a pagina 60 [della sceneggiatura] ma alla fine è sopravvissuto, quindi se l’è cavata piuttosto bene. E se quel f*****o mutaforma dovesse mostrare nuovamente la sua brutta faccia, farò del mio meglio per esserci.”

Ricordiamo che il sequel di Captain Marvel, diretto da Nia DaCosta (Candyman) e previsto per l’8 luglio 2020, sarà scritto da Megan McDonnell (la stessa sceneggiatrice della serie WandaVision per la piattaforma di streaming Disney+) e, secondo recenti indiscrezioni, sarà una sorta di “mini-Avengers” che includerà anche altri importanti personaggi dell’Universo Cinematografico Marvel come Ms. Marvel/Kamala Khan.

Captain Marvel Talos

SINOSSI
Basata sul personaggio Marvel apparso per la prima volta nel 1968, la storia segue Carol Danvers nel suo percorso per diventare uno dei più potenti eroi dell’universo quando la Terra si ritrova nel mezzo di una guerra galattica tra due razze aliene. Ambientata negli anni ’90, Captain Marvel è un’avventura tutta nuova che si svolge in un periodo mai ancora esplorato dall’Universo Cinematografico Marvel.

Fonte