Il Comitato Creativo Marvel inizialmente era contrario alla storia di Captain America: The Winter Soldier (2014).

Nel volume The Story of Marvel Studios: The Making of the Marvel Cinematic Universe – un libro da collezione di 512 pagine contenente foto, interviste e dietro le quinte esclusivi sulla creazione dell’Universo Cinematografico Marvel che abbiamo comprato e che stiamo analizzando pagina per pagina – sono stati svelati dei retroscena inediti sulla lavorazione dei vari film dei Marvel Studios e della Saga dell’Infinito.

Nella sezione del volume dedicata alla storia produttiva di Captain America: The Winter Soldier (2014) è stato rivelato che la storia del film diretto dai fratelli Anthony e Joe Russo inizialmente non ottenne l’approvazione del Comitato Creativo Marvel, un gruppo (ora smantellato e sostituito dal Parlamento) istituito da Isaac “Ike” Perlmutter e composto da diversi fumettisti incaricati di riscrivere le sceneggiature dei film e di fornire alcune dritte per “migliorare” la caratterizzazione dei villain. Nonostante ciò, gli sceneggiatori, Christopher Markus e Stephen McFeely, riuscirono ugualmente a rendere la ricerca di Bucky Barnes una parte integrante della trama grazie al benestare di Kevin Feige e degli altri produttori dei Marvel Studios prendendo come principale fonte di ispirazione la run a fumetti di Ed Brubaker sulla Sentinella della Libertà:

“Ai tempi, afferma McFeely, gli sceneggiatori avevano appena iniziato a pensare a delle idee per Cap 2, che si sarebbe concentrata maggiormente sulla ricerca di Bucky Barnes. “Continuavamo a pensare al Soldato d’Inverno perché era la run migliore di Captain America dei fumetti moderni. Ed Brubaker aveva fatto delle cose fantastiche.’ Ma, ha aggiunto Markus, il Comitato Creativo pensava che fosse troppo presto per fare quella storia, perché, ai tempi, nella continuity fumettistica, Cap era appena morto. Gli sceneggiatori non erano d’accordo. ‘Non solo è la storia migliore ma è anche la miglior continuazione della storia personale di Steve Rogers.’ sostiene McFeely.”

Il produttore del film, Nate Moore, appoggiò l’idea degli sceneggiatori di adattare al contesto dell’MCU la storia del Soldato d’Inverno essendo rimasto molto colpito dalle atmosfere da thriller/noir del progetto ma ritenne necessaria la presenza di un altro personaggio:

“Se è un mondo post-Avengers allora dobbiamo accettare il fatto che [Steve Rogers] probabilmente ora lavora nello S.H.I.E.L.D. perché sono le persone che lo hanno reclutato. E chi altro è nello S.H.I.E.L.D.? La Vedova [Nera].”

Il presidente dei Marvel Studios, inoltre, aveva un’altra piccola richiesta da fare agli sceneggiatori:

‘Ricordo che Kevin disse ‘Ho quest’immagine nella mia testa, quella si tre Helicarrier che si schiantano vicino al Triskelion.‘ ricorda Moore. Capire come rappresentare visivamente quell’idea sullo schermo era un totale mistero, ma il suo potenziale entusiasmò a tal punto il gruppo che divenne uno dei momenti più importanti nella prima stesura dello script.

Ricordiamo che Captain America: The Winter Soldier, scritto da Christopher Markus e Stephen McFeely e diretto da Anthony e Joe Russo, vede nel cast Chris Evans (Steve Rogers/Capitan America), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff/Vedova Nera), Sebastian Stan (Bucky Barnes/Soldato d’Inverno), Anthony Mackie (Sam Wilson/Falcon), Cobie Smulders (Maria Hill), Frank Grillo (Brock Rumlow), Emily VanCamp (Sharon Carter/Agente 13), Hayley Atwell (Peggy Carter), Robert Redford (Alexander Pierce) e Samuel L. Jackson (Nick Fury).

Captain America: The Winter Soldier

SINOSSI
Dopo i catastrofici eventi di New York accaduti in The Avengers, vediamo Steve Rogers, alias Captain America, vivere tranquillamente la sua vita a Washington D.C., nel tentativo di adattarsi al mondo moderno. Ma quando un collega dello S.H.I.E.L.D. viene attaccato, Steve viene coinvolto in una rete di intrighi che minacciano di mettere a rischio le sorti del mondo. Unendo le forze con Vedova Nera, Captain America lotta per smascherare una cospirazione in continua espansione respingendo killer professionisti inviati continuamente per chiudergli la bocca per sempre. Quando il reale obiettivo del perfido complotto viene rivelato, Captain America e Vedova Nera reclutano un nuovo alleato, Falcon. Ma presto si troveranno ad affrontare un formidabile nemico inaspettato: il Soldato d’Inverno.