Brad Pitt ricorda il suo sorprendente cameo in Deadpool 2 (2018) nei panni dello Svanitore: “La cosa più semplice che abbia mai fatto.”

Tra le sorprese di Deadpool 2 (2018) troviamo senza ombra di dubbio il cameo di Brad Pitt, che ha interpretato brevemente lo Svanitore, personaggio rimasto invisibile praticamente per tutto il film tranne per una scena ben precisa: la sequenza della sua morte, dove lo vediamo folgorato dopo essersi scontrato con i cavi della corrente in seguito al disastroso lancio con il paracadute della X-Force.

Brad Pitt Deadpool

Nel corso di un’intervista con BBC Radio 1 riguardante l’action Bullet Train, Brad Pitt ha ricordato il suo cameo nel secondo film sul Mercenario Chiacchierone, definendo il suo coinvolgimento “la cosa più semplice” che abbia mai fatto nella sua carriera:

“Com’è stato girare quel cameo? La cosa più semplice che abbia mai fatto. Dave è un mio vecchio amico… è stato la mia controfigura sin da Fight Club fino al 2004. Poi è andato avanti ed è diventato un regista molto bravo, ed è raro. Raro.”

Quando gli è stato chiesto per quale motivo abbia accettato di apparire nel cinecomic, l’attore ha dichiarato “Ryan [Reynolds] mi chiamò [per propormi il cameo] e dissi: perché no?

Ricordiamo che Deadpool 2 (2018), scritto da Rhett Reese e Paul Wernick e diretto da David Leitch, vede nel cast Ryan Reynolds (Wade Wilson/Deadpool), Josh Brolin (Nathan Summers/Cable), Morena Baccarin (Vanessa Carlysle), Julian Dennison (Russell Collins/Firefist), Zazie Beetz (Domino), T. J. Miller (Weasel) e Brianna Hildebrand (Testata Mutante Negasonica).

Questa la sinossi ufficiale:
Dopo essere sopravvissuto a un attacco bovino quasi letale, lo sfigurato chef di una caffetteria (Wade Wilson) cerca a tutti i costi di diventare il barista più hot di Mayberry tentando, allo stesso tempo, di fare i conti con la perdita del senso del gusto. Mentre cercherà di riacquistare il gusto per la vita, oltre a un flusso canalizzatore, Wade dovrà combattere contro dei ninja, la Yakuza, dei cani sessualmente aggressivi, nel suo viaggio intorno al mondo che lo porterà alla scoperta del valore della famiglia, dell’amicizia e del sapore, trovando un nuovo gusto per l’avventura e guadagnandosi anche la tanto desiderata tazza con la scritta Miglior Amante del Mondo.