Il produttore Jason Blum della Blumhouse Productions supporta la causa legale di Scarlett Johansson per il rilascio di Black Widow.

Dopo essere stato rinviato diverse volte a causa della pandemia, lo scorso mese Black Widow è stato distribuito in contemporanea al cinema e sulla piattaforma di streaming Disney+ con Accesso VIP. La pellicola, ambientata tra gli eventi di Captain America: Civil War e quelli di Avengers: Infinity War, vede Natasha Romanoff/Vedova Nera (Scarlett Johansson) fare i conti con il suo passato e con le relazioni lasciate alle spalle prima di diventare un Avenger.

Il cinecomic avente per protagonista Scarlett Johansson, come sappiamo, ha incassato ben 80 milioni di dollari nel primo week-end di programmazione, diventando il film con l’esordio più alto al box-office dall’inizio della pandemia da Covid-19, mentre su Disney+ ha totalizzato 60 milioni di dollari tramite pagamento aggiuntivo. Malgrado ciò, il rilascio ibrido di Black Widow ha dimostrato ben presto di essere piuttosto controverso e controproducente. Dopo la dura critica della NATO sulla “performance anomala” della pellicola al box-office nel secondo week-end, Scarlett Johansson ha citato in giudizio la Walt Disney Company per aver infranto una clausola del suo contratto con i Marvel Studios che prevedeva una distribuzione esclusivamente cinematografica (e una percentuale sugli incassi in base alla performance del film) e che è costata all’attrice circa 50 milioni di dollari.

In un lungo articolo pubblicato dall’Hollywood Reporter, il produttore Jason Blum della Blumhouse Productions, specializzata nella realizzazione di horror a basso budget come Paranormal Activity, Scappa – Get Out e L’uomo invisibile, ha espresso il suo punto di vista sulla vicenda, spiegando di supportare l’azione legale di Scarlett Johansson:

È una lotta esistenziale molto più grande quella che [Scarlett] sta portando avanti. È una cosa molto difficile da fare, è un atto davvero coraggioso e sta combattendo per tutti i talent.”

Pur essendo consapevole della sua “ipocrisia” avendo siglato di recente un accordo con la Universal per produrre tre film sull’Esorcista che usciranno in sala e su Peacock per i quali è stato pagato in anticipo, il produttore crede che le piattaforme di streaming dovrebbero condividere gli incassi con i talent piuttosto che offrire compensi anticipati:

“Quello su cui gli streamer stanno scommettendo è che nei prossimi tre o cinque anni ci saranno solo tre o quattro di loro a promuovere i propri contenuti nelle case, e saranno talmente potenti da essere in grado di abbassare i costi di produzione, dei talent, dei produttori, degli sceneggiatori e dei registi. Personalmente non credo che saranno in grado di farlo, ma è ciò su cui stanno scommettendo.”

Al contrario, un altro produttore importante (che ha deciso di restare anonimo) ritiene che le Major riusciranno in tale obiettivo ma che ciò danneggerà l’industria cinematografica:

Da questo momento in poi ci saranno solo lavori a contratto. È un cambiamento epocale per tutti. Gli attori riceveranno ancora enormi pagamenti in anticipo. Ma non ci saranno più grossi successi. E con il tempo queste tariffe si abbasseranno sempre più. Non mi importerà più se il mio film è un successo o no. La pressione è scesa.”

Blum, inoltre, si augura che nei prossimi mesi arrivino “tonnellate di cause legali” contro altri studios nella speranza che in futuro ci sia una “condivisione dei guadagni nello streaming come avvenuto negli ultimi 50 anni in questo settore“:

“Se non c’è una partecipazione nel bene o nel male in un film realizzato per lo streaming, penso che ciò comprometterà il processo creativo.”

Ricordiamo che Black Widow, diretto da Cate Shortland (Berlin Syndrome) e scritto da Jac Schaeffer (WandaVision) e Eric Pearson (Thor: Ragnarok), vede nel cast Scarlett Johansson (Natasha Romanoff/Vedova Nera), Florence Pugh (Yelena Belova), David Harbour (Alexei Shostakov/Red Guardian), Rachel Weisz (Melina Vostokoff), William Hurt (Segretario Thaddeus “Thunderbolt” Ross), O-T Fagbenle (Rick Mason) e Ray Winstone (Dreykov).

Black Widow Jason Blum Scarlett Johansson

SINOSSI
Nello spy-thriller ricco d’azione Marvel Studios’s Black Widow, Natasha Romanoff a.k.a. la Vedova Nera affronta i lati oscuri del suo registro quando una pericolosa cospirazione con legami col suo passato insorge. Inseguita da una forza che non si fermerà davanti a nulla finché non l’avrà sconfitta, Natasha dovrà fare i conti con il suo passato da spia e con le relazioni spezzate e lasciate alle spalle prima di diventare un Avenger.

Fonte