Oggi è uscito il primo trailer di Black Widow, che include alcuni indizi sulla collocazione temporale nella timeline del MCU.

Il 29 aprile del 2020 farà il suo debutto nelle sale italiane Black Widow, che verrà diretto da Cate Shortland, sarà ambientato dopo gli eventi di Captain America: Civil War e ci racconterà diversi dettagli sulle origini di Natasha Romanoff. Inoltre il film avrà come villain Taskmaster e tra gli attori presenti ci saranno David Harbour nel ruolo di Red Guardian, Florence Pugh nel ruolo di Yelena Belova (la seconda Vedova Nera fumettistica) e Rachel Weisz.

Stando a quanto trapelato online alcuni mesi fa, il film avrebbe esplorato diversi periodi temporali, partendo da Civil War ed arrivando ancor prima degli eventi di Iron Man 2, dove è stata introdotta la Romanoff. Il trailer di questa mattina contiene diversi indizi che potrebbero confermare questi rumor.

Innanzitutto il filmato conferma la presenza del Generale Ross (dopo che William Hurt era stato avvistato sul set) che è al comando di un convoglio. Come possiamo ben vedere, l’attore è stato ringiovanito dai Marvel Studios (con l’ormai solita tecnica che utilizzano per le scene ambientate nel passato che uscisse CGI a trucco) di molto e risulta più giovane persino rispetto a quando lo abbiamo visto ne L’Incredibile Hulk – che si colloca nello stesso anno di Iron Man 1 nella timeline del MCU.

Un altro indizio è legato a Melina, il personaggio interpretato da Rachel Weisz: nel “presente” è in vesti civili, mentre in un’altra scena ha la stessa identica tuta della Romanoff, che indossa proprio nella scena in cui vediamo il convoglio guidato dal “giovane” Ross.

Considerando l’assenza del simbolo della Vedova Nera, potrebbe essere questa la tuta utilizzata dagli agenti operativi nella Red Room? Di fatto, questi due indizi potrebbero significare alcune scene ambientate ancor prima degli eventi di Iron Man 1, proprio come sostengono i rumor.

Sarà vero? Lo scopriremo il 29 aprile del prossimo anno.

Fonte