Disney ha deciso di posticipare l’uscita di Black Widow, attualmente previsto per novembre, secondo le fonti dell’autorevole Variety.

L’emergenza Coronavirus ha avuto un grande impatto per il settore dell’intrattenimento, l’intera stagione estiva è saltata, diversi film sono stati rinviati e le major hanno dovuto posticipare/mettere in pausa le loro produzioni cinematografiche e televisive.

In America i cinema di città come New York, Los Angeles e San Francisco sono ancora chiusi, l’affluenza è ancora troppo bassa (Warner Bros. non sta rilasciando gli incassi ufficiali di Tenet, che sembrano essere molto bassi in USA) e stando a quanto spiegano le fonti ed alcuni analisti dell’autorevole Variety, questo sta obbligando la Disney a prendere una decisione: posticipare l’uscita di Black Widow.

Ad oggi il film è ancora previsto per il 6 novembre, ma la major sta già cercando una nuova data d’uscita al cinema (mentre Soul potrebbe debuttare direttamente in streaming su Disney+).

Questo segue la notizia del rinvio di Wonder Woman 1984, inizialmente previsto per ottobre ma slittato al 25 dicembre alcuni giorni fa.

Fonte