Black Panther: Wakanda Forever, Nate Moore ha svelato la reazione originale della Disney alla morte di Chadwick Boseman.

Il 9 novembre è uscito al cinema Black Panther: Wakanda Forever, il sequel del film vincitore di 3 premi Oscar nel 2018 che affronta il tema dell’improvvisa morte di Chadwick Boseman e porta avanti la storia di Shuri (Letitia Wright), ora alla guida del Regno del Wakanda, e degli altri personaggi introdotti nel primo capitolo.

Nel corso di un’intervista con Deadline, Nate Moore, produttore di Black Panther: Wakanda Forever e vicepresidente di produzione e sviluppo dei Marvel Studios, ha svelato la reazione iniziale della Disney alla notizia della morte di Chadwick Boseman:

La loro reazione fu… Scusate il francesismo, ma fu ‘Porca puttana, che cosa è successo?’. Mi ricordo, letteralmente, che ero sul tapis roulant, e ricevetti la chiamata, e la mia reazione fu ‘Aspetta, cosa è successo?‘. E poi ricevemmo una telefonata mentre la mente cercava di elaborarlo come un’idea e non come un’esperienza emotiva.”

“Poi si comincia a pensare a ‘Oh, forse è per questo che X, e Y, e Z stavano accadendo.’ E poi lo elabori emotivamente parlando e pensi ‘Cosa facciamo adesso?’. E arrivi a chiederti ‘Dovremmo davvero realizzare questo film?’

Come reagisci alla morte non solo di una star del tuo film ma di un amico che hai imparato a conoscere lavorando insieme a due film senza fare finta di niente?”