Black Panther: Wakanda Forever, il montatore ha commentato scena di Killmonger (Michael B. Jordan): “Era un depistaggio volontario.”

Il 9 novembre è uscito al cinema Black Panther: Wakanda Forever, il sequel del film vincitore di 3 premi Oscar nel 2018 che affronta il tema dell’improvvisa morte di Chadwick Boseman e porta avanti la storia di Shuri (Letitia Wright), ora alla guida del Regno del Wakanda, e degli altri personaggi introdotti nel primo capitolo.

Durante un’intervista con SYFY Wire, Michael P. Shawver, montatore di Black Panther: Wakanda Forever, ha parlato del suo lavoro sul film, svelando alcuni retroscena sul processo di realizzazione. In particolare, Shawver ha commentato la sequenza in cui Shuri trova Erik Killmonger (Michael B. Jordan) nel piano ancestrale al posto di Ramonda (Angela Bassett), spiegando che l’obiettivo del team creativo è sempre stato quello di sorprendere il pubblico con quel colpo di scena:

Era quello l’obiettivo. Ma ci sono un sacco di dettagli che abbiamo inserito per farla funzionare. Quando Lupita [Nyong’o] ha la pozione dell’erba a forma di cuore… vediamo Shuri e Nakia dice ‘Ramonda.’ Lo abbiamo messo nella mente degli spettacolari. Ovviamente, è la persona che Shuri ha appena perso. Questo più questo uguale l’inizio dell’aspettativa. Ryan [Coogler] ha sempre voluto che i capelli di Killmonger assomigliassero alla corona di Ramonda nella scena in cui Shuri esce dall’acqua. Se guardi quando esce dall’acqua, puoi vedere questa forma circolare, che richiama la sua corona.”

“Ero al cinema quando Shuri appare con il costume della nuova Pantera Nera per la prima volta. Ma la scena con Killmonger probabilmente è quella che ha suscitato la reazione più ansimante e sorpresa nel pubblico.”