Black Panther: Wakanda Forever, il montatore ha svelato che il cameo di Killmonger stava per essere tagliato dal montaggio del film.

Il 9 novembre è uscito al cinema Black Panther: Wakanda Forever, il sequel del film vincitore di 3 premi Oscar nel 2018 che affronta il tema dell’improvvisa morte di Chadwick Boseman e porta avanti la storia di Shuri (Letitia Wright), ora alla guida del Regno del Wakanda, e degli altri personaggi introdotti nel primo capitolo.

Durante un’intervista con SYFY Wire, Michael P. Shawver, montatore di Black Panther: Wakanda Forever, ha parlato del suo lavoro sul film, svelando alcuni retroscena sul processo di realizzazione. In particolare, Shawver ha commentato la scena dell’apparizione di Erik Killmonger (Michael B. Jordan) nel piano ancestrale spiegando che il cameo stava per essere tagliato dal montaggio definitivo:

Ma la versione iniziale di quella conclusione non funzionava. Abbiamo esplorato diverse iterazioni di quella scena, abbiamo fatto un giro completo e poi è tornata ed ora è nel film perché tutto quanto ha funzionato. Si tratta semplicemente di essere aperti.”

Il montatore ha aggiunto di aver avuto l’idea del cameo di Killmonger una sera e di averla dovuta implementare nel film:

L’ispirazione arrivò a notte fonda e dovetti alzarmi e farlo, perché se fossi morto nei successivi 30 secondi, nessuno avrebbe visto quest’idea prendere vita… Lo feci e pensai ‘È fantastico. Vedremo di nuovo Killmonger!'”