Con l’uscita del teaser trailer di Black Panther: Wakanda Forever, abbiamo avuto il nostro primo sguardo del Namor di Tenoch Huerta.

Il 9 novembre uscirà al cinema Black Panther: Wakanda Forever, il sequel del film vincitore di 3 premi Oscar nel 2018 che dovrà affrontare l’improvvisa morte del protagonista Chadwick Boseman e portare avanti la storia di Shuri (Letitia Wright), ora alla guida del Regno di Wakanda.

Grazie al teaser trailer di Black Panther: Wakanda Forever, abbiamo finalmente potuto vedere su schermo Namor il Sub-Mariner, interpretato da Tenoch Huerta.

Dopo anni di attesa, uno dei personaggi più iconici della Casa delle Idee ha finalmente un’opportunità nel Marvel Cinematic Universe.

Ma chi è il personaggio di Namor, il Sub-Mariner? Egli è niente meno che uno dei primi personaggi dell’Universo Marvel, creato nel 1939 da Bill Everett, quando ancora esisteva la Timely Comics:

Nella sua lunga storia editoriale, ha combattuto contro la Torcia Umana originale (Jim Hammond), per poi lottare al suo fianco contro i nazisti come parte degli Invasori, guidati da Capitan America, ma soprattutto la sua infatuazion per Susan Storm/La Donna Invisibile ha da sempre affascinato i lettori:

Da sempre Namor si caratterizza per la sua volatilità nel passare facilmente da un eroe a un anti-eroe, ad addirittura un vero e proprio cattivo, tanto da aver fatto parte sia degli Illuminati, che della Cabala di Norman Osborn:

Tra le abilità del Sub-Mariner vi sono la superforza, la capacità di respirare sottacqua, il controllo delle bestie marine, ma soprattuto l’abilità di volare, dato delle ali presenti sulle sue caviglie, che vedremo anche nel film di Ryan Coogler.

Negli anni più recenti, Atlantide e il Wakanda sono state in guerra tra loro. Questo è uno dei punti che ha ispirato chiaramente Black Panther: Wakanda Forever:

Per quanto concerne l’MCU, è chiaramente visibile come il personaggio, la sua storia e Atlantide siano stati ripensati per legarsi alle popolazioni precolombiane, richiamando il massacro e la scomparsa dei popoli delle Americhe da parte dei Conquistadores, creando un parallelo storico con lo sfruttamento dell’Africa, e quindi, con l’isolamento del Wakanda affrontato proprio nel primo Black Panther.

Ovviamente la motivazione principale è il desiderio di evitare eccessivi paragoni con l’Aquaman della DC, dato che il personaggio interpretato da Jason Momoa e quell’Atlantide sono apparsi per primi sul grande schermo (per quanto, ironicamente, nei fumetti lo stesso Aquaman sia stato creato nel 1941, basandosi palesemente a Namor), al punto che neanche utilizza un tridente come nei fumetti, ma bensì una lancia personalizzata:

BLACK PANTHER: WAKANDA FOREVER, LA TRAMA DEL NUOVO FILM MARVEL