Black Panther: Wakanda Forever, Angela Bassett sulla difficoltà di girare una specifica scena con Ramonda.

Il 9 novembre è uscito al cinema Black Panther: Wakanda Forever, il sequel del film vincitore di 3 premi Oscar nel 2018 che affronta il tema dell’improvvisa morte di Chadwick Boseman e porta avanti la storia di Shuri (Letitia Wright), ora alla guida del Regno del Wakanda, e degli altri personaggi introdotti nel primo capitolo.

In un’intervista con The Hollywood Reporter, Angela Bassett ha discusso della sua esperienza sul set di Black Panther: Wakanda Forever, spiegando quanto sia stato difficile girare la scena in cui la Regina Ramonda annega durante l’attacco di Namor (Tenoch Huerta) al Wakanda:

“O mio Dio. Beh, cercano di farti sentire a tuo agio con gli indumenti intimi di un costume da sub. Una muta subacquea in neoprene. Poi c’era questo bellissimo vestito viola in organza di seta sopra. Ruth [Carter] lo ha pianificato così perché doveva apparire in un certo modo sott’acqua. Gli altri gloriosi costumi che ha creato non erano altrettanto belli sott’acqua. Così ci hanno spruzzato e lanciato delle bombe d’acqua per ore e ore.”

Abbiamo fatto le cosiddette ‘ore francesi’, senza pause pranzo. Non ci siamo fermati un attimo. Sei costantemente bagnata per 12 ore di fila. Cerchi di consumare il tuo pranzo tra le gambe, cerchi di fare un breve riposino, ed hai ancora questa tuta bagnata in neoprene e questo vestito totalmente bagnato. La parte peggiore è quando vai nella stanza delle ragazzine e ti togli quel neoprene bagnato dal tuo corpo. È stato tutto molto interessante… no. Ma è stato tutto per il bene, per la gloria e le bellezza del film. Il risultato è stato molto più bello di quanto non sembrasse mentre lo realizzavamo.”