Black Panther: Wakanda Forever, Letitia Wright sull’arco narrativo di Shuri: “Mi ha permesso di soffrire, di piangere e di ridere.”

Il 9 novembre uscirà al cinema Black Panther: Wakanda Forever, il sequel del film vincitore di 3 premi Oscar nel 2018 che dovrà affrontare l’improvvisa morte del protagonista Chadwick Boseman e portare avanti la storia di Shuri (Letitia Wright), ora alla guida del Regno del Wakanda, e degli altri personaggi introdotti nel primo capitolo.

Nel corso di un’intervista con Empire Magazine, Letitia Wright, interprete di Shuri nell’MCU, ha parlato della difficoltà di girare Black Panther: Wakanda Forever senza Chadwick Boseman, spiegando che la sua esperienza nella vita reale ha rispecchiato l’arco narrativo del suo personaggio nel sequel:

“Il viaggio di Shuri [in questo film] mi ha permesso di soffrire, di piangere, di ridere e di ottenere quella forza che non avrei mai pensato di avere. Le prove e le tribolazioni ti rendono ciò che sei. O cedi o vai avanti. Era come se Shuri continuasse a guardarmi ogni giorno, chiedendomi se avrei ceduto e rinunciato o se sarei tornata. Ed ho continuato ad andare avanti finché non ho iniziato a guarire.”