Black Panther: Wakanda Forever, Letitia Wright sul film: “Chadwick Boseman ha spinto Ryan Coogler a continuare senza di lui.”

Il 9 novembre uscirà al cinema Black Panther: Wakanda Forever, il sequel del film vincitore di 3 premi Oscar nel 2018 che dovrà affrontare l’improvvisa morte del protagonista Chadwick Boseman e portare avanti la storia di Shuri (Letitia Wright), ora alla guida del Regno del Wakanda, e degli altri personaggi introdotti nel primo capitolo.

Nel corso di un’intervista con The Playlist, Letitia Wright ha parlato della difficoltà di girare Black Panther: Wakanda Forever e di continuare il franchise dopo la scomparsa di Chadwick Boseman. In particolare, l’attrice ha spiegato di aver avuto molta fiducia nel progetto quando il regista Ryan Coogler ha ricevuto “una leggera spinta” dall’attore, che lo ha intimato a continuare senza di lui:

The Playlist: “Black Panther è stato un enorme, enorme successo e poi con la scomparsa di Chad molte persone si sono chieste in che modo la Marvel avrebbe continuato senza di lui. Essendo una persona coinvolta nel progetto, c’è stato un momento in cui hai pensato ‘Ok, sanno cosa stanno facendo. Ryan sa cosa sta facendo, e questo film sarà grandioso?’

Wright: “Ho sempre saputo che tutti sapessero quello che stavano facendo. Sai, sentivo che… È stato difficile per me immaginare di essere sul set senza mio fratello. È stato qualcosa con cui ho combattuto per mesi. E la sicurezza che Ryan ha provato dopo aver sentito Chadwick dargli quella leggera spinta ad andare avanti, e il fatto che Chad avrebbe voluto che continuassimo mi ha incoraggiata tantissimo. Quindi sì, ho molta fiducia. Adoro Ryan, è un grande sostenitore dei miei sogni, dei miei obiettivi e del mio talento. Crede molto in me e avere qualcuno come lui al mio fianco significa molto per me. Quindi non vedo l’ora che vediate il film e capiate come abbiamo onorato Chad in modo meraviglioso.”