Benedict Wong vuole tappezzare casa sua con la email in cui Kevin Feige scherza sul Wong Cinematic Universe.

Il 18 agosto ha debuttato su Disney+ She-Hulk: Attorney at Law, la nuova serie dei Marvel Studios con protagonista Tatiana Maslany nei panni di Jennifer Walters, brillante avvocato specializzato in legge per supereroi e cugina del ben più noto Bruce Banner alias Hulk (Mark Ruffalo). Lo show vede anche il ritorno di Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky alias Abominio, direttamente da L’Incredibile Hulk (2008).

Nel corso di un’intervista con l’Hollywood Reporter, Benedict Wong ha parlato del ruolo sempre più importante di Wong all’interno del Marvel Cinematic Universe. Nel giro di pochi mesi, infatti, il personaggio è apparso in diversi progetti della Fase 4 tra cui What If…?, Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli, Spider-Man: No Way Home, Doctor Strange nel Multiverso della Follia e She-Hulk: Attorney at Law.

Wong

Lo scorso inoltre, Wong ha svelato che il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige gli ha mandato una mail in cui il produttore ironizzava sul fatto che il Marvel Cinematic Universe stesse diventando lentamente il “WCU“, ossia Wong Cinematic Universe. Quando gli è stato chiesto quale sia la sua reazione all’amore che i fan stanno dimostrando nei confronti di Wong sui social, l’attore ha dichiarato:

Ho ricevuto l’email, sto seriamente pensando di renderla carta da parati. No, l’ho detto ad Internet ed ora è dappertutto. Ma è stato molto gentile da parte sua dirmelo. Sono come un cucciolo su di giri quando ricevo una chiamata da lui che mi chiede ‘Ehi, vorresti essere in progetto X?’. E questo è legato al fatto che sono un grande fan Marvel. Sono cresciuto leggendo i fumetti di Spider-Man, e poi mi sono ritrovato in questo mondo ad interpretare un personaggio chiamato Wong. Mi piace interpretare questo ruolo e vedere dove mi porta. Ogni singolo progetto in cui mi invitano, tira via un altro strato della cipolla. Abbiamo la possibilità di scoprire un po’ di più le eccentricità di uno Stregone Supremo.”