Nonostante venga invitato dalle trasmissioni per parlare dei suoi film in uscita, Ben Affleck ritrova sempre i discorsi dirottato sul cinecomic, dove deve sempre rispondere ad almeno a una domanda su Batman v Superman: Dawn of Justice, ed è obbligato a farlo sino al 2016 anno dell’ uscita del crossover di Zack Snyder.
Recentemente, , thriller di David Fincher presentato

Al New York Film Festival, l’attore americano ha rilasciato diverse interviste per promuovere L’amore bugiardo: Gone Girl e si è trovato a rispondere a una domanda riguardante al film Batman v Superman: Dawn of Justice: “Non mi va di parlarne troppo perché sono qui per discutere di Gone Girl, ma posso dirvi questo: Il ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller ha avuto una pesante influenza sul film. Penso fosse inevitabile, è un’opera seminale. E se uno è intelligente, deve prendere sempre dai migliori.” affermazione che potrebbe aiutare a confermare i sospetti sulle caratteristiche del nuovo Batman, cioè molto simile a quella milleriana.
batman-vs-superman-ben-affleck-costume-1024x681
E non solo, come ospite dello show Live! with Kelly and Michael, ha svelato nuovi indizi riferendosi ad Avengers, sulla sua forma fisica: “Ho dovuto ingrossarmi molto e fare tanto esercizio, per film come questi non puoi fare altrimenti. Le aspettative del pubblico crescono continuamente e non siamo più negli anni ’50, quando bastava essere alti o assomigliare a Burt Lancaster. Ora c’è gente come Chris Hemsworth e Chris Evans che hanno un fisico incredibile e ti chiedi ‘Ma come fanno?'”.
Una curiosità sul costume che Ben indosserà, l’attore ha fatto una richiesta particolare alla Warner Bros.: “Ho chiesto se alla fine delle riprese c’era la possibilità di portare a casa il costume e mi hanno risposto, ‘Certo, per 100 mila dollari’. Al che, ho pensato che fargli una fotografia sarà sufficiente. I designer hanno fatto un gran lavoro comunque, ci hanno messo un sacco di soldi.”