Zack Snyder risolve una teoria dei fan di Batman v Superman legata al primo misterioso cameo di Flash.

Zack Snyder ha sempre avuto una visione piuttosto chiara dell’Universo DC e dei suoi personaggi, che purtroppo non è riuscito a sviluppare nel migliore dei modi – anche a causa di una gestione della Warner Bros. discutibile. Dopo la produzione di Justice League presumibilmente i suoi piani sono andati “in fumo”, ma nonostante ciò il regista sta rivelando pian piano diversi dettagli sulla storyline che aveva intenzione di proporre nelle due parti di Justice League.

Dopo aver parlato della sequenza onirica di Batman v Superman: Dawn of Justice in cui il Cavaliere Oscuro combatte contro un malvagio Superman, Snyder si è soffermato su un’altra scena che ha fatto piuttosto discutere: il cameo di Flash, che avvisa Bruce Wayne di un pericolo incombente gridando “Lois è la chiave” prima di svanire nel nulla.

Molti fan hanno interpretato questa sequenza esclusivamente come un sogno, ma un fan ha fatto notare che la pila di fogli sulla scrivania è ancora in movimento quando Bruce si sveglia, pertanto non può trattarsi solamente di una visione.

Lo stesso Snyder ha commentato questo post, scrivendo semplicemente Real (vero).

OTHER: Zack confirmed Barry visiting Bruce was real and not a dream. from r/DC_Cinematic

Presumibilmente questa scena si ricollega con la sequenza onirica mostrata poco prima, in cui – come rivelato da Snyder – la morte di Lois Lane avrebbe avuto un ruolo chiave nella conquista di Darkseid e nella conversione di Superman.

Provando ad azzardare una teoria, Barry Allen è tra i pochi eroi a non essere soggiogato dall’Equazione dell’Anti-vita, ragion per cui decide di tornare indietro nel tempo per avvertire Bruce Wayne di proteggere ad ogni costo Lois Lane, la “chiave” di tutto. Purtroppo però è troppo presto: Bruce non conosce ancora Lois, tantomeno l’identità segreta di Superman.