Batman al cinema è una fonte garantita di successo, e sembra che Warner Bros. non voglia fare a meno di nessuna versione.

The Flash continua ad essere, nel bene e nel male, uno dei progetti più discussi nell’ambito dei cinecomic. Il film diretto da Andy Muschietti, con protagonista Ezra Miller di ritorno nel ruolo di Barry Allen, il quale si troverà a collaborare con ben due diversi Batman nel corso della pellicola (interpretati da Michael Keaton Ben Affleck) e persino con Supergirl (interpretata da Sasha Calle), ha generato attesa per la sua sorprendente trama, ma è stato anche parte delle spiacevoli discussioni legate al comportamento della sua star (che rischia addirittura di essere rimpiazzata).

Ma facciamo un passo indietro, e soffermiamoci sul Cavaliere Oscuro, ripensando alla dichiarazione rilasciata recentemente nel corso di una nuova conversazione con gli istituti finanziari per illustrare il futuro di Warner Bros., il presidente David Zaslav ha avuto modo di discutere anche dell’universo DC, aggiornando i fan sul loro piano:

Penso che, nei prossimi anni, vedete tanta crescita ed opportunità intorno alla DC, non ci saranno quattro Batman. Parte della nostra strategia è spingere il brand DC al massimo delle sue potenzialità, esattamente ciò che stanno facendo James Gunn e Peter Safran. Questo ha già entusiasmato i fan e penso proprio che esalterà anche voi.

Ma come si connette ciò al succitato The Flash? Ebbene, non molto tempo fa, sembrava che il destino del Batman interpretato da Ben Affleck fosse segnato, e che al suo posto sarebbe sopraggiunto l’iconico Michael Keaton che, come detto, è anch’esso di ritorno nel ruolo nel primo film dedicato al Velocista Scarlatto, in vista di una nuova strategia di Warner Bros. che voleva il leggendario Cavaliere Oscuro di Tim Burton come nuovo principale Protettore di Gotham dell’Universo Cinematografico DC, con un Ben Affleck chiaramente disinnamorato dell’idea di interpretare il ruolo (al punto in cui annunciò il suo ritiro pubblicamente) che avrebbe nuovamente indossato solo per dare una conclusione al suo personaggio.

Nonostante ciò, ad attirare l’attenzione dei fan DC fu il rivelarsi di un nuovo cameo nei panni di Bruce Wayne interpretato da Affleck, in Aquaman e il Regno Perduto (in uscita il 25 Dicembre 2023), film che dovrebbe essere rilasciato dopo The Flash (in uscita il 23 Giugno 2023).

Questo cameo ha ovviamente confuso gli appassionati, e dato speranza ai fan della versione di Ben Affleck riguardo un possibile ritorno nel ruolo, ma il vero e proprio argomento di discussione di questo articolo, giunge poche notti fa, durante quello che sembrava il crash conclusivo della piattaforma Twitter, dopo una serie di eventi derivati dall’acquisizione della piattaforma da parte dell’imprenditore Elon Musk, nel quale l’insider AjepArts (uno dei primi a rivelare il ritorno di Henry Cavill come Superman in Black Adam, nonché l’intera trama dell’ormai cancellato film Batgirl ben prima che la sua sorte venisse rivelata) ha voluto regalare un’ultima informazione ai suoi follower, in quella che sembrava fosse l’ultima notte per farlo, per poi cancellare tutto immediatamente.

Oggi ho saputo che Ben è disposto ad interpretare nuovamente Batman, ed avrà un intero arco narrativo nel futuro del franchise [DC] a fianco al Batman di Keaton, che avrà anche lui la sua storia nel DCU. Quindi entrambi otterranno qualcosa.

Naturalmente questo non significa che Affleck sarà protagonista di un nuovo film, ma dimostra l’intenzione dell’attore di riprendere il ruolo qualora arrivasse la chiamata.

Questo fattore – se confermato – è decisamente interessante, in quanto l’attore non è un fan dell’attuale status di Hollywood, sentimento che già manifestato più volte e che lo ha portato proprio recentemente ad inaugurare una nuova compagnia di produzione indipendente insieme a Matt Damon, che punta a valorizzare al massimo i loro creativi, condividendo con loro parte dei profitti.

Affleck ha firmato un accordo di regia in esclusiva con questa compagnia, ma questo ovviamente non potrebbe impedirgli di lavorare come attore ad altre pellicole, l’importante è che si tratti di co-produzioni (come nel caso di Black Adam, co-prodotto da New Line Cinema e Seven Bucks di Dwayne Johnson).

In tutto questo c’è ovviamente un’incognita: James Gunn.

L’insider ha aggiunto infatti di prendere le dovute cautele, in quanto lo stesso presidente di DC Studios ha spiegato che molte delle informazioni che stanno trapelando riguardo il futuro dei film DC sono prive di fondamenta, dato che soltanto lui e Safran le conoscono (e non sono state ancora riportate alla presidenza).

L’intenzione dell’attore di tornare non equivale quindi ad una conferma effettiva.

“E riguardo al commento di Zaslav sui quattro Batman?”

Beh, ne avremo tre! Quindi meno di quattro.
Sembra che Keaton sia il Batman del DCU *per ora*, ma Batfleck chiuderà il cerchio ed avrà altro da fare.

Ovviamente nulla di ciò è confermato e parliamo esclusivamente di RUMOR, ma stando all’insider, sembra che il ruolo di Batman non sarà spartito solo tra l’interprete nell’universo condiviso, e Robert Pattinson nel fruttuoso franchise di The Batman, ma addirittura tra il succitato attore e ben due interpreti nell’universo condiviso.