Arriva in Italia il primo volume della nuova storia legata al Cavaliere Oscuro, un ritorno alle origini contro la sua nemesi: Joker!

In un momento molto particolare della vita di Batman, spesso impegnato fuori dai confini di Gotham tra la Justice League e le avventure nella sua serie regolare (ad eccezione di Detective Comics) DC Comics si presenta con una graphic novel, divisa in tre volumi, che sembra un vero e proprio ritorno alle origini, che riporta in scena l’antico scontro tra il Cavaliere Oscuro e la sua nemesi, Joker.

Batman – L’Oscuro Principe Azzurro è una storia del tutto innovativa con uno stile di realizzazione che soltanto il celebre Enrico Marini poteva offrire. E’ arrivato finalmente in Italia il primo di tre volumi, senza il minimo aiuto della Bat-Famiglia e con una sorpresa del tutto inaspettata per i fan del Cavaliere Oscuro.

Come già anticipato, la storia si concentra sia su Batman che sulla vita privata di Bruce Wayne, che riceve la visita di una persona del suo passato da playboy.

Come sappiamo, Bruce Wayne è sempre stato un miliardario playboy e prima di incontrare Selina, ha avuto tantissime donne. Ma a volte i demoni del passato tornano, pronti a sorprendere Bruce con una notizia  scioccante – che naturalmente non riveleremo qui nella recensione.

Dall’altra parte abbiamo lo storico scontro con Joker, il clown di Gotham City che dovrà che vedersela con il Cavaliere Oscuro che vorrà impedire i suoi piani…ma questa volta ha pianificato una mossa che metterà in serie difficoltà il nostro eroe.

In questa storia la DC lascia la più totale autonomia ad Enrico Marini, che dimostra di essere un grande artista, la persona giusta per questo racconto. Marini riesce a contestualizzare il tutto con gli elementi essenziali, favorendo l’immersione totale del lettore nella sua Gotham City (ispirata anche ad Arkham City), con un design anche dei personaggi molto originale.

Ma il grande protagonista in questa storia è sicuramente il Joker. Marini ci regala una versione del clown decisamente più fresca a livello di design e a livello di ruolo nella storia, creando addirittura una versione di Harley Quinn che funge da parte razionale del Joker e viceversa, totalmente diversa da quello a cui siamo sempre stati abituati. Qui sembra che funziona tutto nella maniera più assoluta: i personaggi, il loro atteggiamento, le emozioni che esprimono arrivano al lettore con determinazione.

Merito sicuro va a Marini, che ha gestito nel migliore dei modi sia la componente da scrittore che da illustratore. Grazie a lui, abbiamo una totale rivisitazione dei personaggi: Batman non è brutale, è quasi “elegante” nelle sue azioni , Catwoman diventa una ladra senza redenzione, il Joker un pagliaccio triste e tormentato.

Batman – L’Oscuro Principe Azzurro è la storia che ogni fan del personaggio stava aspettando, mai banale e scontata, ma sorprendente e ben scritta e con degli ottimi dialoghi. Un ritorno alle atmosfere noir che molti lettori chiedevano a gran voce.

Sotto molti aspetti, siamo tornati ad un ritorno alle storie più classiche. La DC questa volta ha voluto giocarsela nella sua comfort zone: basta storie con alieni, multiversi e viaggi nel tempo, anche la classicità ha il suo fascino.

Batman - L'Oscuro Principe Azzurro Vol.1 - Recensione
8.4Overall Score
Storia8.5
Disegni9
Personaggi8.5
Azione7.5
Reader Rating 3 Votes
8.0