Ecco tantissimi dettagli sulla trama di Batgirl, il film cancellato da Warner Bros. la scorsa settimana con protagonisti Leslie Grace e Michael Keaton.

La scorsa settimana, Warner Bros. ha annunciato a sorpresa di aver cancellato il film su Batgirl, nonostante fosse già nel vivo della post-produzione e nonostante la stessa compagnia avesse già speso 90 milioni di dollari per produrlo.

Le motivazioni dietro a questa sorprendente cancellazione sono svariate – non legate alla qualità del film – e presumibilmente legate anche ad una riorganizzazione dell’intero futuro dell’universo DC, le cui basi verranno gettate dal controverso film su Flash (che sta facendo discutere per via delle numerose accuse rivolte ad Ezra Miller).

Nello specifico, la compagnia punta a portare in sala soltanto pellicole “spettacolari” e dal taglio fortemente cinematografico. Non potendo caricare Batgirl (descritto come un film più piccolo ed intimo) su HBO Max, in quanto la piattaforma si fonderà presto con Discovery Plus e non avrà più film originali, è stata presa la decisione finale di cancellare completamente il progetto nonostante le spese già sostenute.

Viewer Anon, un noto insider in contatto con le persone che partecipato ai test screening, ha rivelato tanti dettagli sul film, descritto come “una storia di origini classica”, soffermandosi inizialmente sul ruolo del Batman di Michael Keaton. Secondo l’insider, Keaton avrebbe avuto soltanto 5 scene nel film e, a sorpresa, non avrebbe addestrato Barbara, bensì avrebbe contribuito a perfezionare il suo costume artigianale. Inoltre, era prevista una grande scena di combattimento contro dei terroristi insieme a Barbara Gordon.

Nello specifico, erano previsti due incontri tra Barbara e Batman: il primo in un vicolo di Gotham, dove Bruce avrebbe detto a Barbara di “smetterla con questa vita“, ed il secondo invece su una gigantesca torre di Gotham per un’operazione di salvataggio.

Infine, il finale del film avrebbe mostrato i due tuffarsi insieme da un gargoyle e planare su Gotham con i loro mantelli.

Parlando di Firefly, il villain interpretato da Brendan Fraser, la reazione ai test screening è stata ottima: viene descritto come stato un ex-scagnozzo di un boss della malavita di Gotham, che decide di ottenere un lavoro normale per pagare le cure mediche a sua moglie grazie all’assicurazione medica. Dopo essere stato licenziato, perde automaticamente anche l’assicurazione medica della moglie, quindi ormai disperato torna alle radici criminali per salvare sua moglie.

Successivamente, anche un altro insider, Matthew Belloni, ha diffuso online tanti dettagli inediti, rivelando qualche dettaglio sulla trama.

Secondo questo insider, Firefly avrebbe ucciso (accidentalmente o meno) la madre di Barbara Gordon, spingendo quest’ultima ad intraprendere un percorso di vendetta ed indossare il suo costume artigianale per combattere il crimine.

Il film era quasi completo, stavano cercando di completare la CGI del finale. La posta in gioco era molto bassa. Firefly era soltanto un tizio in armatura, che forse avrebbe ucciso la madre di Barbara o qualcosa di simile. Non voglio entrare troppo nei dettagli.

Era previsto inoltre un omaggio alla Catwoman di Michelle Pfeiffer, anch’essa canonizzata nella nuova continuity:

Il film avrebbe incluso anche una citazione a Jason Todd, ma senza mostrare nessun Robin. Inoltre, era presente la maschera della Catwoman di Michelle Pfeiffer, un bell’easter egg, anche se lei non ci sarebbe stata.

Era ambientato nell’universo nato a seguito del film su Flash, una sorta di reset dell’universo DC. Inoltre, stranamente era anche un film di Natale.

Dopo un test screening, Walter Hamada ed altri dirigenti hanno chiesto al pubblico “vi sembra un film dalla grande portata?”, stavano quindi cercando di capire se meritasse o meno la distribuzione cinematografica ed il consenso è stato negativo, in quanto ad alcuni sembrava un episodio pilota di una serie TV, con una posta in gioco davvero bassa.

Infine, a ulteriore testimonianza che non si è trattata di una decisione legata alla qualità del film, ai test screening il film ha ottenuto un punteggi di 60 su 100, simile a Black Adam e Shazam: Furia degli Dei. È stato proprio questo suo essere un “film più piccolo” e non un grande Blockbuster dalle ampie conseguenze e dalla posta in gioco colossale ad aver influito negativamente sulla decisione di cancellare Batgirl.

Fonte