Il terzo capitolo della saga dedicata ai Vendicatori è uno dei cinecomic più attesi di sempre. Come di consueto è stato pubblicato una storia a fumetti che fa da preludio agli eventi del film, in cui però vengono fatte delle rivelazioni molto interessanti.

Mancano pochi mesi all’uscita di Avengers: Infinity War, i fan sono trepidi per quello che è stato definito come un evento epocale per l’Universo Cinematografico Marvel, ma seguendo gli eventi di Captain America: Civil War alcuni spunti avvenuti specialmente nel finale dovranno essere risolti.

Risoluzioni che potrebbero già essere stata rilevate nel fumetto Avengers: Infinity War – Prelude.

Prima di procedere oltre, vi avvisiamo che potrebbero esserci degli SPOILER. Proseguite quindi solo se siete interessati.


Pace tra la Pantera e il Soldato

Buona parte degli avvenimenti che hanno segnato lo status quo recente dell’MCU derivano da Captain America: Civil War, uno di questi è l’astio tra T’ChallaBucky Barne in seguito all’uccisione del padre del Re di Wakanda addossata al Soldato D’Inverno.

A quanto pare in seguito alla scoperta delle macchinazioni di Zemo, unico vero responsabile della morte di T’Chaka, la Pantera Nera non solo si è riappacificata col Soldato D’Inverno, ma si è anche offerto di aiutarlo per rimuovere la programmazione dell’Hydra dalla sua mente tramite l’aiuto di “qualcuno” di sua conoscenza.

Clint Barton e Scott Lang tornano a casa.

A quanto pare Clint Burton e Scott Lang sono tornati ad una vita più famigliare in seguito all’evasione. Addirittura Clint ammette di averne abbastanza della sua vita da Occhio di Falco e che si godrà la sua pensione con la famiglia, anche se sappiamo che per entrambi, la pace non potrà durare allungo, perché se una cosa è certa è che il mondo Marvel ha sempre bisogno di eroi.

Visione e la sua umanità

Nel preludio scopriamo che che l’aspetto umano che il sintezoide Marvel ha sfoggiato nel trailer è dovuto alla sua vita sotto copertura che sembra sia riuscito ad avere con Scarlet Witch. La domanda è una: come ha fatto? ha utilizzato il Potere della Gemma, oppure una tecnologia di Stark?

Salvate il Soldato d’Inverno

Sappiamo per certo che ad aiutare Bucky sarà proprio Shuri, sorella di T’Challa e personaggio più intelligente dell’intero MCU.

Nonostante il grande lasso di tempo che richiederà, Shuri è arrivata alla conclusione che è assolutamente possibile cancellare la programmazione dell‘Hydra dalla mente del Soldato d’Inverno lasciando intatti i suoi ricordi, in una sorta di reboot. Questo grazie alle sue capacità, ma anche all’avanzatissima tecnologia del Wakanda, che viene detto possieda un’intelligenza artificiale superiore anche ad Ultron.

Fedele a nessuno governo, solo al sogno

A quanto pare gli Stati Uniti potrebbero essere coinvolti nel commercio di armi dei Chitauri. Questa è la scoperta che facciamo nella parte finale, in cui vediamo la Vedova Nera sotto copertura in Siria, dove pare che gli Americani stiano trafficando alcune delle armi più pericolose del pianeta. Questa potrebbe essere un ulteriore spinta per Steve Rogers di mollare il ruolo Capitan America e passare all’identità di Nomad.

Vendicatori Segreti

Le attrezzature potranno non essere le migliori, l’aspetto potrà essere cambiato, ma la missione continua. Verso la fine vediamo Steve RogersVedova NeraFalcon riuniti in quella che sembra un squadra segreta che continuerà ad operare tra le ombre.

Iron-Man è ancora solo

Nel finale vediamo Tony Stark riflettere sulla sua missione di creare un’armatura a protezione del mondo e sul fatto che di recente si è fatto distrarre da essa. Decide quindi di tornare a lavoro, preparandosi a difendere la terra dalle minacce troppo grandi per un uomo solo…nonostante lui sia effettivamente da solo, o quasi, in quanto come ci viene suggerito dalla vignetta, vediamo che alle spalle di Stark si presenta l’armatura progettata per probabilmente l’ultimo suo seguace nel mondo supereroistico, Peter Parker.

Inoltre Stark sta lavorando alla nuova armatura che vediamo nel trailer…che sembra essere legata proprio dal misterioso reattore visto nelle foto dal set.