I Fratelli Russo rivelano alcuni retroscena su Avengers: Infinity War.

Nel corso del recente Q&A organizzato da Collider, i Fratelli Russo hanno discusso delle primissime versioni di Avengers: Infinity War, spiegando che le idee erano decisamente differenti rispetto al film visto al cinema e che Thanos in una delle prime stesure dello script (di 250 pagine) era il narratore dell’intera storia!

Avevamo idee radicalmente differenti, una struttura non lineare.

Successivamente i due registi hanno spiegato che l’idea di una narrazione non lineare era fin troppo complessa ed avevano bisogno di semplificare l’intera struttura:

Questo è quello che ci ha portato da una sceneggiatura di 250 pagine al film nelle sale. Abbiamo semplificato la trama, l’abbiamo resa lineare lasciando spazio per i vari momenti dei personaggi.

I due registi hanno infine spiegato di essersi ispirati a due Heist Movie ben precisi: 2 Days in the Valley (diretto da John Herzfeld) e Out of Sight (diretto da Steven Soderbergh), inserendo una serie di MacGuffin multipli (come ad esempio Visione).

Fonte