Avengers: Infinity War, Elizabeth Olsen racconta la sua esperienza sul set del film: “Non sapevamo che saremmo blippati.”

Come molti di voi sapranno, i Marvel Studios sono ossessionati dalla segretezza che circonda i progetti del Marvel Cinematic Universe. Tra script falsi, continui tentativi di depistaggio verso i fan e una polizia segreta che interviene per evitare che qualcuno diffonda online troppe informazioni su un determinato film, la compagnia guidata da Kevin Feige ha sempre cercato di ridurre al minimo la fuga di spoiler e leak, obbligando i loro stessi attori al massimo silenzio e persino a non leggere le sceneggiature.

Durante una lunga intervista con Variety, Elizabeth Olsen, interprete di Wanda Maximoff nel Marvel Cinematic Universe, ha parlato della sua esperienza sul set di Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame, raccontando dei retroscena inediti sul modo in cui venne a sapere dai fratelli Russo che il suo personaggio sarebbe stato vittima dello schiocco di Thanos:

Olsen: “Voglio dire, con quei film non sapevo realmente cosa stesse succedendo. Ricevetti solo le mie pagine [della sceneggiatura], quindi capisco la parte della storia che mi riguarda. I Russo mi raccontarono solo vagamente ciò che sarebbe successo nel resto del film. E non era nello script che tutti sarebbero stati blippati.”

Variety: “Non potevi leggere l’intera sceneggiatura?

Olsen: “Per quei film ci fecero leggere lo script in un ufficio con una guarda di sicurezza su un iPad specifico. E dissi ‘Potete dirmi solo ciò che ho bisogno di sapere?’. E non avevo realmente bisogno di sapere cosa sarebbe successo con la parte del film che riguardava Robert [Downey Jr.].”

Variety: “Sapevi chi sarebbe morto?”

Olsen: “Beh, sapevo che [Tony Stark] sarebbe morto perché girai quella scena. Ma lo chiamavamo “Il Matrimonio” nella programmazione delle riprese. Non sapevo che sarei stata blippata finché non abbiamo girato. Ci venne detto il giorno stesso. Tutti noi andammo nel van dove ci mostrarono i pre-viz. Scarlett [Johansson], Chris [Hemsworth], Chadwick [Boseman], Sebastian [Stan]. Eravamo tutti in questo van e ci dissero ‘Questo è ciò che accadrà. Voi sparirete.’ E la nostra reazione fu ‘Ok.’ Fu scioccante. Voglio dire, non lo sapevamo. Pensavamo che il film sarebbe finito diversamente.”

Avengers: Infinity War

Ricordiamo che Avengers: Infinity War (2018) dei fratelli Russo include nel cast Josh Brolin (Thanos), Robert Downey Jr. (Tony Stark/Iron Man), Chris Hemsworth (Thor), Mark Ruffalo (Bruce Banner/Hulk), Chris Evans (Capitan America), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff/Vedova Nera), Benedict Cumberbatch (Stephen Strange/Doctor Strange), Don Cheadle (James Rhodes/War Machine), Tom Holland (Peter Parker/Spider-Man), Chadwick Boseman (T’Challa/Pantera Nera), Paul Bettany (Visione), Elizabeth Olsen (Wanda Maximoff/Scarlet Witch), Anthony Mackie (Sam Wilson/Falcon), Sebastian Stan (Bucky Barnes/Soldato d’Inverno) e Tom Hiddleston (Loki).

Questa la sinossi ufficiale:
In Marvel’s Avengers: Infinity War, mentre i Vendicatori continuano a proteggere il mondo da minacce troppo grandi per essere gestite da un solo eroe, emerge una nuova minaccia dalle ombre cosmiche: Thanos, un despota di infamia intergalattica. Il suo obiettivo è raccogliere tutte le sei Gemme dell’Infinito, manufatti di un potere inimmaginabile, e usarle per infliggere la sua volontà contorta in tutto l’universo. Tutte le battaglie che gli Avengers hanno combattuto hanno portato a questo: il destino della Terra e della stessa esistenza non è mai stato cosi incerto.