Durante un’intervista con Vanity Fair, i fratelli Anthony e Joe Russo (registi di Captain America: The Winter SoldierCaptain America: Civil WarAvengers: Infinity WarAvengers: Endgame) hanno ricordato i loro timori e la pressione sentita durante la produzione del film:

Anthony Russo: Quei film ci hanno portato un carico di pressione gigantesco, e per un milione di motivi. C’erano continuamente cose che andavano aggiustate, modificate, aggiunte o tolte. Per esempio, l’ultima battuta di Tony Stark [”Io sono Iron Man”, ndr.] è stata aggiunta all’ultimo. Forse è stata la pressione maggiore che abbiamo mai provato per una battuta con [gli sceneggiatori Christopher] Markus e [Stephen] McFeely durante la lavorazione di questi film. Non si può rovinare l’ultima battuta di Tony Stark!

Joe Russo: Parte della pressione veniva anche da Jon Favreau [regista di Iron Man, ndr.], che dopo aver letto la sceneggiatura ci chiamò per dirci: ‘Volete veramente uccidere Iron Man?’. Ci disse: ‘Non potete farlo, le persone saranno devastate, vorranno uscire dalla sala’. Alla fine l’abbiamo fatto [ride]. Non aveva passato quello che avevamo passato noi, e non sapeva di tutto il suo arco narrativo nel film.

Anthony Russo: Non lo biasimo. Se non avessimo diretto noi il film, probabilmente avremmo avuto la sua stessa reazione.