Il film uscirà al cinema il 1 gennaio 2019.

In attesa di capire che cosa succederà ai film di Batman e Superman, in casa DC sembra che la star del momento sia Aquaman grazie al suo film solista, che ha raccolto delle prime impressioni decisamente positive.

Durante un’intervista l’attore Jason Momoa ha rivelato di essere fiducioso nel fatto che tornerà ad interpretare Arthur Curry, anche se il sequel non è stato confermato – ma che potrebbe essere scontato se il film dovesse risultare un vero successo. L’attore ha poi dichiarato che nell’original cut di Zack Snyder in Justice League, il finale per Arthur era diverso:

“Nel “cut” di Zack, mentre ero con Vulko e Mera e dico ‘Devo andare a casa’ loro rispondo ‘Arriva una forza’ e quindi devo aiutarli. E io sono un tipo da ‘Vado a casa a trovare mio padre’, e così mi metto dietro un furgoncino, colpisco una bottiglia di qualcosa, e via, a fare il vagabondo. Capisci cosa intendo? Così è accaduto alla fine di Justice League, infatti ci stavo andando [a casa] ma poi questa [scena] è stata tagliata e mi sono imbattuto in un sottomarino e bang oh! Penso che finalmente [Arthur] stia per fermarsi, è sparito da così tanto tempo che vuole solo cercare di tornare alle sue radici…”

L’attore aveva già dichiarato in passato che Vulko era stato tagliato dal film a causa del poco tempo a disposizione.