Nel libro sulla storia dell’MCU è stato svelato che fu Paul Rudd ad avere l’idea di includere il concetto del Regno Quantico in Ant-Man.

Nel volume The Story of Marvel Studios: The Making of the Marvel Cinematic Universe – un libro da collezione di 512 pagine contenente foto, interviste e dietro le quinte esclusivi sulla creazione dell’Universo Cinematografico Marvel che abbiamo comprato e che stiamo analizzando pagina per pagina – sono stati svelati dei retroscena inediti sulla lavorazione dei vari film dei Marvel Studios e della Saga dell’Infinito.

Nella sezione del volume dedicata alla storia produttiva di Ant-Man (2015) è stato rivelato che fu Paul Rudd, interprete di Scott Lang, a proporre di rendere il Regno Quantico parte integrante del film di Peyton Reed e, soprattutto, del finale. L’idea dell’attore, paragonata dal presidente dei Marvel Studios Kevin Feige all’iconico finale di Ghostbusters, piacque talmente tanto al team creativo da influenzare l’approccio dello studio allo sviluppo di progetti che sarebbero stati realizzati in seguito come Doctor Strange (2016) e Avengers: Endgame (2019):

Secondo Feige, il fatto che fu Paul Rudd a suggerire che il Regno Quantico dovesse essere incluso in Ant-Man rappresentò un altro inestimabile contributo dell’attore: ‘Paul ebbe quest’idea: cosa succede quando diventi talmente piccolo da diventare un quanto?’. Improvvisamente le regole dello spazio, del tempo e della fisica non sono più le stesse.’ spiega Feige. Inoltre la sua idea diede al film il suo finale. Divenne chiaro che il terzo atto di Ant-Man dovesse essere un momento alla ‘non incrociate i flussi’ di Ghostbusters. ‘È esattamente questo di cui viene avvertito Scott, quando Hank gli dice ‘Qualsiasi cosa tu faccia, non giocare con il regolatore. Diventerai subatomico, ed è la cosa peggiore.’ spiega Feige. ‘Quella piccola idea ci ha condotto al finale di Ant-Man, e questo ci incoraggiò abbastanza da fare altrettanto con Doctor Strange e, ovviamente, con Avengers: Endgame.”

Ant-Man

Inoltre Feige sapeva di voler includere Paul Rudd in altri futuri film dell’MCU. Durante la produzione di Ant-Man, Feige portò Rudd a cena per proporgli Civil War e Giant-Man. ‘Volevo fargli sapere che, tralasciando il periodo in cui i lavori per il film furono interrotti e cercammo un nuovo regista, eravamo assolutamente legati a lui e ad Ant-Man.’ Per quanto riguarda il lungo, imprevedibile viaggio che portò Ant-Man ad entrare finalmente in produzione, Feige aggiunge ‘Una delle cose più spaventose per i membri del cast e della crew che lavorano a qualcosa è quando quel qualcosa si ferma. Spesso non riparte più. Credevamo davvero nel progetto, credevamo nella data di uscita che avevamo fissato e pensammo ‘No, dobbiamo farlo.’ Grazie a Dio, Peyton Reed era disponibile, interessato e pronto a cimentarsi col film. E grazie a Dio per Paul, che non ci conosceva, e che rimase molto scosso quando ci fu il cambio di regista. A suo merito, finì per raddoppiare il suo contributo e divenne un grande partner creativo.

Ricordiamo che Ant-Man (2015), scritto da Edgar Wright, Joe Cornish, Adam McKay e Paul Rudd e diretto da Peyton Reed, vede nel cast Paul Rudd (Scott Lang/Ant-Man), Evangeline Lilly (Hope van Dyne), Michael Douglas (Henry “Hank” Pym), Corey Stoll (Darren Cross/Calabrone), Bobby Cannavale (Jim Paxton), Michael Peña (Luis), Tip “T.I.” Harris (Dave) Judy Greer (Maggie) e David Dastmalchian (Kurt).

Ant-Man

SINOSSI
Hank Pym diventa Ant-Man dopo aver scoperto un composto chimico – la Particella Pym – che gli permette di alterare le dimensioni del suo corpo e possedere una forza sovrumana. Grazie allo sviluppo di un’altra tecnologia, Ant-Man possiede inoltre l’abilità di controllare eserciti di formiche. Questa nuova avventura, ambientata nell’Universo Cinematografico Marvel, vede l’abile ladro Scott Lang nei panni di un Ant-Man moderno. Dopo che il dr. Hank Pym gli fornisce la strabiliante capacità di rimpicciolirsi e al contempo accrescere la propria forza, Lang dovrà ricorrere alle sue doti eroiche nascoste per aiutare Pym a proteggere lo spettacolare costume di Ant-Man da nuove, terribili minacce. Esposti a ostacoli apparentemente insormontabili, Pym e Lang dovranno pianificare e portare a termine un colpo che salverà il mondo.