‘Ant-Man and The Wasp: Quantumania’ non sarà una commedia, afferma il regista: ‘Volevamo cambiare genere’

Il 15 febbraio 2023 uscirà al cinema Ant-Man and The Wasp: Quantumania, il terzo capitolo sulle avventure dell’Uomo Formica (Paul Rudd) e della letale Vespa (Evangeline Lilly), in cui assisteremo all’introduzione di uno dei villain Marvel più importanti nonché avversario dei Fantastici Quattro e degli Avengers: Kang il Conquistatore, interpretato nuovamente da Jonathan Majors dopo il suo debutto in Loki.

Pochi giorni fa, i Marvel Studios hanno rilasciato online il nuovo trailer ufficiale del film. Dopo l’uscita del filmato, Disney ha rilasciato un comunicato stampa in cui il regista Peyton Reed ha parlato della sua esperienza con Jonathan Majors sul set:

Jonathan [Majors] ha portato un tipo di energia totalmente diverso sul set. I film di Ant-Man sono sempre stati commedie, mi piace di solito avere un clima rilassato e divertente affinché gli attori possano sentirsi a loro agio di fronte alla telecamera provando cose bizzarre. È uno spazio sicuro.

Volevamo cambiare genere, i primi due film erano più delle commedie. E poi è arrivato Jonathan, e ha distrutto tutto! [ride] È una forza davvero intimidatoria. Portava la musica quando arrivava sul set. Sapevamo sempre che Kang il Conquistatore fosse lì. È fantastico che abbia messo tutta quell’energia contro l’energia di Paul Rudd, riflettendo ciò che stavamo facendo nel film stesso. Un sacco di persone potrebbero considerare Ant-Man il membro degli Avengers ‘più debole’. Tutti dicono: ‘Cosa può fare quel tizio? Si rimpicciolisce e parla con le formiche. È ridicolo’. Metterlo contro Kang il Conquistatore, che è l’essere più potente del Multiverso, ci sembrava qualcosa di molto entusiasmante.